La reliquia di Santa Bernadette al Pertini e a Colli Aniene

Dal 5 al 11 febbraio 2024 a Roma in una sorta di pellegrinaggio per la XXII giornata del malato

Dal 5 al 11 febbraio 2024 la reliquia di Santa Bernadette sarà a Roma in una sorta di pellegrinaggio per la XXII giornata del malato. Due le tappe previste sul nostro territorio. La prima sarà presso l’Ospedale Sandro Pertini (martedì 6 febbraio) e la seconda presso la Chiesa Santa Bernadette Soubirous di Colli Aniene (sabato 10 febbraio). L’urna contiene una costola della veggente. Beatificata nel 1925 e canonizzata l’8 dicembre 1933 da Papa Pio XI, la figura di Bernadette è indissolubilmente legata a Lourdes e la Santa è venerata in tutto il mondo.
Sono passati centosessantasei anni da quell’11 febbraio 1858, quando la giovane Bernadette Soubirous vide per la prima volta quella “Signora vestita di bianco”, poi rivelatasi “Nostra Signora di Lourdes”.
Una vita tormentata quella di Bernadette, un’infanzia vissuta in povertà, quasi analfabeta, per giunta di salute molto fragile. Eppure, è proprio a lei che la “Signora vestita di bianco” affidò il suo messaggio, in cui chiedeva a tutti conversione, penitenza, preghiera. Con una sola promessa a Bernadette: “Non ti farò felice in questo mondo, ma nell’altro”. E in effetti le difficoltà che dovette affrontare non furono poche, le incomprensioni e i sospetti duri a morire. Persino durante gli anni della vita religiosa continuarono le sofferenze, le umiliazioni, la malattia. La felicità, quella vera, arrivò solamente con la morte nel 1879.
Appena possibile verrà divulgato il programma ufficiale delle funzioni previste presso la nostra parrocchia.
La Giornata mondiale del malato è una ricorrenza della Chiesa cattolica romana. Fu istituita il 13 maggio 1992 da papa Giovanni Paolo II. A partire dall’11 febbraio 1993, la memoria liturgica della Madonna di Lourdes ha assunto anche il carattere di “momento speciale di preghiera e di condivisione, di offerta della sofferenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati