Laura in gita a Scampìa – E l’indiano sioux? – Alzati e cammina

Fatti e misfatti di dicembre 2015
di Mario Relandini - 30 Dicembre 2015

Laura in gita a Scampìa

“L’unico antidoto al vostro malessere – così, tra gli abitanti del disastrato quartiere popolare di Scampìa, la Presidente della Camera, Laura Boldrini – è il lavoro”.

Laura Boldrini - 2013La Presidente Boldrini è giunta a Napoli, dunque, per beffeggiare i disastrati abitanti di Scampìa. I quali hanno sempre saputo benissimo che l’unico antidoto al loro malessere e allo strapotere della mafia sarebbe un lavoro sicuro ed onesto garantito loro dallo Stato. Non c’era bisogno che arrivasse a dirglielo, in gita strumentale, la Presidente Boldrini. La quale, se proprio fosse stata spinta a Napoli da un sincero sentimento di solidarietà e da una seria volontà di fare, avrebbe dovuto uscirsene con il garantire il favorire di iniziative concrete e non con parole ovvie e alla fine, in sostanza, anche sbeffeggianti. Ma tant’è. La Presidente Boldrini, sui telegiornali di questa sera e sui quotidiani di domani, apparirà, ugualmente, in tutto il suo splendore. Ed è quello che conta. Addio Scampìa. E’ stato bello. Per lei.

E l’indiano sioux?

“Contro lo smog – ha concluso la sua riunione, con i sindaci e i presidenti di Regione fatti venire a Roma, il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti – due gradi in meno nel riscaldamento pubblico e privato, un limite di velocità da 50 a 30 chilometri per le auto e sconti sugli autobus quando i limiti dovessero sforare per sette giorni”.

I ministri del governo RenziTutto qui. Sorprendentemente tutto qui. Senza alcun accenno ad urgenti provvedimenti strutturali e senza neppure, per quei tre provvedimenti “scamuffi” indicati, l’autorità di una legge. Perché saranno i sindaci e i presidenti di Regione ad applicarli al bisogno. Ognuno con una sua ordinanza. Ognuno diversamente. A parer suo. Lui, il Ministro Gian Luca Galletti, non ne vorrà e non ne dovrà sapere niente. E c’è da ringraziare, comunque, che non abbia indicato, ai sindaci e ai presidenti di Regione, di stanziare qualche centinaia di migliaia di euro per ingaggiare nel South Dakota un indiano sioux che, con la sua danza, potesse favorire la pioggia. La pioggia scaccia smog.

Alzati e cammina

“Senza di me “Forza Italia” muore – va ripetendo Silvio Berlusconi – Ma ora tornerò in campo per rifare il miracolo di resuscitarla”.

Ecco di nuovo, dunque, l’ “inviato del Signore”: “Forza Italia, alzati e cammina”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti