Le macchine per la pulizia delle strade non devono essere usate per i marciapiedi

E-mail di un nostro lettore

Riceviamo da un nostro lettore e pubblichiamo.

Non sapete da quanti anni sto segnalando invano questa problematica sia all’AMA che al Comune.

Ormai ho gettato la spugna, perché non c’è verso che qualcuno recepisca la mia istanza. Riporto di seguito l’ultima che ho inviato nuovamente tramite PEC il 15 aprile 2024.

Gentili Signori,
In passato ho già segnalato che il passaggio sui marciapiedi in sampietrini delle macchine per la pulizia stradale ne sconnettono il piano di calpestio, compromettendone la durabilità.
Poco fa, uscendo di casa, ho visto per l’ennesima volta una di quelle macchine sul marciapiede di via Eufrate (zona EUR – ndr), quello lato Tevere, più ampio, e, siccome la macchina mi è passata proprio accanto, dal finestrino ho detto all’operatore di non passare sul marciapiede, perché non è fatto per il passaggio di mezzi idonei a pulire le strade.

Purtroppo mi è stato risposto cosi: “Il marciapiede è così grande, come dobbiamo fare? Non si preoccupi che non si sconnette niente.”

Beh, non so più che fare, perché già nessuno viene a curare il verde, ma quando i sampietrini saranno sconnessi le erbacce infesteranno tutto il marciapiede e sarà di nuovo “tutta una selva”.
Il Comune di Roma dovrà di nuovo trovare i soldi per rimettere a posto i sampietrini. Ma per fare questo passeranno almeno i soliti dieci anni.

P. E.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati