Categorie: Ambiente Degrado
Municipi: | Quartiere:

Municipio V: urge una più attenta programmazione della manutenzione del verde      

Manca un indirizzo politico visto che l’erba non cresce alla stessa maniera e in viale della Primavera con vegetazione alta si può anche morire 

È dal 2019 che sia la stampa locale che i residenti del Quartiere di Villa De Sanctis chiedono la potatura di alcuni tigli in via C. Durante, R. Lombardi e viale della Primavera dove la loro folta chioma impedìsce di diffondere la luce ai lampioni il cui palo è in alcuni casi, proprio al suo interno.

Nel dicembre del 2019 un’interrogazione dell’allora vice presidente del Consiglio comunale Francesco Figliomeni portò l’Agenzia della Mobilità, per motivi di sicurezza, ad invitare il Municipio V e il suo Servizio Giardini ad intervenire con urgenza al fine di ripristinare la sicurezza. Invece niente, e dopo oltre quattro anni siamo ancora qui a parlare di potature mancate e di sicurezza.

Diciamo anche che non se ne può più di politici votati per migliorare la qualità della vita, dei servizi e in questo caso del verde, componente vitale se solo su pensa a quello che riesce a fare per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo… e che poi non riescono neppure a dare linee programmatiche che la Dirigenza dovrebbe attuare.

Il Municipio V blatera fin dall’insediamento di una manutenzione fatta sul verde sia verticale che orizzontale attraverso una  rigida programmazione che ha diviso il territorio municipale in quadranti.

 

Non è mai stato dato di sapere quali siano questi quadranti e il calendario delle lavorazioni  e soprattutto, visto che non tutti i luoghi hanno la stessa importanza e non tutta la vegetazione orizzontale cresce e si sviluppa in altezza nello stesso modo, fossero stati  previsti inserimenti straordinari nella programmazione, al fine, per esempio di eliminare pericoli alla circolazione viaria.

E qui in nostro pensiero va allo square centrale di viale della Primavera dove, a causa della scarsa visibilità, fare un’inversione di marcia è un po’ come fare un terno a lotto.

Non è più possibile continuare così e quindi non ci resta che chiamare gli eletti e la Giunta del municipio V ad una più attenta programmazione della manutenzione del verde.

La risposta dell’assessore all’Ambiente del IV municipio Edoardo Annucci

Alla luce dell’articolo qui presente duole specificare quanto segue:

– l’attuale giunta municipale ha istituito l’Area Gestione del verde e dell’ambiente nell’ambito della Direzione tecnica del Municipio, precedentemente assente e di fondamentale importanza per la gestione diretta delle aree fino a 20.000 mq, decentrate dal dipartimento tutela ambientale al Municipio (oltre 40 ettari).
– gli appalti relativi alla gestione del verde sono stati divisi tra verde pubblico e verde scolastico al fine di avere più operatori e due società distinte impegnate ogni giorno nella cura del verde.
– l’appalto relativo al verde verticale è stato riformulato e sommato all’appalto del Servizio giardini per il verde verticale e sarà presto operativo.
Nel mentre, dopo circa 10/12 anni, dal 2022 ad oggi sono stati realizzati molteplici interventi che hanno permesso di recuperare anni di mancate manutenzioni, prima nell’ex VI e poi nell’ex VII Municipio.

Spiace constatare, ancora una volta, la mancata raccolta di informazioni da parte di chi ha l’ambizione di fare informazione e che invece si ritrova a scrivere sensazioni e notizie con i soli elementi a propria disposizione, senza adeguate e opportune ricerche.

Quanto suddetto, a differenza di quanto scritto, è ampiamente riconducibile all’indirizzo politico dato dall’attuale Giunta, senza cui non sarebbe stato possibile ridefinire le attività ordinarie e ancor di più gli interventi che tra il 2022 e il 2023 hanno condotto a 13 riqualificazioni straordinarie, alle quali si aggiungono le 11 finanziate per il 2024 e il 2025.

Rispetto ai criteri, inoltre, appare fondamentale ribadire nuovamente la distinzione tra organo politico e organo tecnico, nonché quanto disposto dal regolamento del verde.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati