Neppure un tulipano – Meno birra anche per Ignazio – Il Roberto che ci prova

Fatti e misfatti di febbraio 2015
Mario Relandini - 21 Febbraio 2015

Neppure un tulipano

“L’ambasciatore olandese in Italia, il sindaco di Rotterdam e il direttore generale della squadra “Feyenoord” – dopo il barbaro “sacco di Roma” dei loro connazionali in occasione della partita di “Europe League” – sono stati larghissimi di scuse e dichiarazioni perfino di orrore, ma con i portafogli strettissimi in tasca”.

In che senso? Nel senso che hanno espresso la loro intenzione di non risarcire neppure un euro dei due miliardi di euro di danni provocati complessivamente (non solo alla “Barcaccia” del Bernini) dai loro selvaggi calati in una città fra le più ricche di arte e di storia. Neppure un euro,no. E neppure qualche tulipano da adagiare, con giusto rimorso e riparazione almeno simbolica, su ogni sfregio lasciato da quei loro mostri per metà tifosi violenti e per metà animali senza cultura e senza rispetto. Allora, però, facciano almeno andare i loro mulini a vento per cercare di allontanare una vergogna che sta oscurando il cielo del loro Paese. Dei loro Paesi Bassi.

piazza di spagnaMeno birra anche per Ignazio

“Il sindaco di Roma, Ignazio Marino – evidentemente polemizzando con il questore Nicolò Marcello D’Angelo il quale aveva rivendicato il risultato di non avere provocato una possibile strage “caricando” gli “hooligans” olandesi in piazza di Spagna – ha dichiarato: “Che non ci siano stati morti non è un successo”.

Sarebbe stato un successo, allora, se la polizia avesse “caricato” in piazza di Spagna, salvando magari qualche parte della “Barcaccia” berniniana, ma rischiando di uccidere, tra l’altro, anche cittadini e turisti? D’accordo il valore di una eccezionale opera d’arte, ma il valore di qualche vita umana no? Forse sarebbe bene che, oltre agli “hooligans”, bevesse meno birra anche il sindaco di Roma, Ignazio Marino.

Il Roberto che ci prova

“Il ruolo futuro di Berlusconi? – ha risposto a questa domanda postagli, in una breve intervista su “Il Giornale”, il senatore pdl Roberto Formigoni – Avrà un ruolo indispensabile di facilitatore nella riorganizzazione del centrodestra, magari senza essere lui il candidato “premier””.

La Sposa di Maria Pia

Come dire: il candidato “premier”, magari, potrei essere io.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti