Parco di Centocelle, al via il progetto di riforestazione

Prevista la piantumazione di 570 alberi e oltre 400 piante arbustive

L’assessora capitolina all’Ambiente Sabrina Alfonsi,ha partecipato oggi Giovedì 8 Febbraio 2024, al sopralluogo nel Parco di Centocelle dove è in corso un intervento di forestazione urbana che prevede la piantumazione di nuovi alberi e arbusti. Presente al sopralluogo anche il presidente del V Municipio, Mauro Caliste.

Il parco di Centocelleha spiegato Alfonsi – con i suoi 126 ettari diventerà il più grande polmone verde di questa parte di città, un’area densamente popolata tra via Casilina e viale Palmiro Togliatti.
La rigenerazione e ampliamento del parco sono il frutto di un processo partecipato con la rete delle associazioni territoriali che ha l’obiettivo di tutelarne le caratteristiche ambientali e valorizzarne la funzione essenziale di corridoio verde e di
luogo prezioso per la biodiversità
“.

L’intervento di rigenerazione del patrimonio arboreo è inserito in un progetto pensato con l’obiettivo di creare un vero e proprio ‘bosco urbano’ prosegue Alfonsi – che prevede la messa a dimora di complessivi 570 alberi di specie diverse tra i quali lecci, pioppi, olmi, roverelle, alberi di Giuda e di 425 piante arbustive di corbezzolo, lentisco, biancospino, ilatro sottile e lentaggine. Il progetto è corredato da uno studio che ha stimato le potenziali capacita massime di assorbimento di CO2 del nuovo impianto boschivo pari a 47,7 tonnellate annue“.

L’intervento sul patrimonio arboreo costituisce la prima fase del complessivo progetto partecipato di riqualificazione del parco definito con un Masterplan basato sui tre assi principali: forestazione, riorganizzazione della rete dei percorsi e degli accessi e valorizzazione delle funzioni del parco per il tempo libero, attivita sportive e ricreative.

Questa nuova forestazione si aggiunge agli interventi previsti per la città nei prossimi anni: dalle forestazioni in ambito Decreto Clima, grazie al quale sono stati messe a dimora 8.800 piante a Pietralata, TorreSpaccata/Torre Maura e Casal Brunori, a quelle finanziate dal PNRR che si completeranno nel 2025, fino ai moduli sperimentali di microforestazioni diffuse in tutti i municipi del progetto Forest for Rome”, conclude l’assessora Alfonsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati