Un pericolo dopo l’altro – Il giochetto del Ministro – Civiltà a singhiozzo

Fatti e misfatti di novembre 2013
Mario Relandini - 24 Novembre 2013

Un pericolo dopo l’altro

“Dopo la scissione di Alfano – continua a dire il “premier” Enrico Letta – Berlusconi non è più un pericolo e la maggioranza di Governo si è consolidata”.

Ma il “premier” Enrico Letta che fa? Guarda solo a destra? Sembrerebbe di sì, considerato che non si accorge, magari perché preferisce non accorgersi, che, scongiurato il “pericolo Berlusconi”, gli è davanti, sempre più minaccioso a sinistra, il “pericolo Renzi”. Il quale Renzi non è che lavori soltanto sotto sotto. Continua a dirlo papale papale. “Se si deve andare avanti con questo Governo – è il suo ritornello – bisogna fare le cose sul serio”. E, dando sempre per scontato che sarà lui il nuovo segretario del Pd dopo le “primarie” dell’8 dicembre, “dal 9 dicembre – ha voluto chiarire meglio – l’Esecutivo dovrà fare le cose che dice il Pd altrimenti ci arrabbiamo”. Altro che “pericolo Berlusconi”…

Il giochetto del Ministro

“Chi andrà al Ministero della Giustizia – è cominciato il giochetto nei corridoi parlamentari – quando Anna Maria Cancellieri non sarà presto più lì?”

L’ipotesi più quotata, per ora, è questa: ci andrà l’attuale Presidente del Senato, Pietro Grasso. E al posto di Pietro Grasso? Anna Finocchiaro, ma tallonata da Nicola La Torre. Anche questo, sì, avviene nei corridoi parlamentari. E non solo nei momenti di pausa dei lavori d’aula o di commissione.

Civiltà a singhiozzo

“In un Paese civile – così Matteo Renzi è sceso in difesa del viceministro Vincenzo De Luca indagato per una licenza che, quale sindaco di Salerno, non avrebbe dovuto concedere secondo i magistrati – in un Paese civile un avviso di garanzia non è una condanna e, quindi, alt alle richieste di sue dimissioni”.

Adotta Abitare A

In un PAese civile è vero. In un Paese incivile, invece, un avviso di garanzia viene alle volte considerato una condanna e, quindi, da dimissioni immediate. Tutto dipende da chi quell’avviso riceva. Se poi lo riceve il viceministro Vincenzo De Luca il quale, nella sua Salerno, ha determinato la “vittoria bulgara” di Matteo Renzi nei Circoli Pd…


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti