Pronto soccorso Tor Vergata al collasso

Carenza di posti letto, pochi infermieri e i malati aumentano sempre di più e attendono fino ad una settimana per un vero ricovero

Il pronto soccorso del policlinico Tor Vergata è al collasso.

Carenza di posti letto, pochi infermieri e i malati aumentano sempre di più e sono costretti ad aspettare anche fino ad una settimana per un vero ricovero. Il primo, quello di fortuna, avviene nelle due salette del pronto soccorso dove lettini, poltrone e sedie si ammassano in ogni angolo piene di malati, per lo più anziani, che aspettano di essere curati.

La rabbia dei pazienti esplode, stanchi di attendere in quelle condizioni, stanchi di vedere davanti a loro qualche privilegiato che grazie a giuste conoscenze percorre scorciatoie verso i reparti. Dormono tutti insieme, con un unico bagno e spesso, dopo un paio di giorni, preferiscono firmare per tornare a casa piuttosto che continuare a sostare in quel “parcheggio”. È davvero il caos.

Il direttore generale del policlinico, Bollero, si dice addolorato per i disagi dei pazienti dovuti a questa situazione di sovraffollamento ma assicura un serio intervento da parte della regione che riorganizzerà la rete delle emergenze.

Noleggio attrezzature a Roma

Al policlinico Tor Vergata, ora, servirebbero almeno duecento posti letto in più, insomma, una vera urgenza da codice rosso…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati