Prudenze, paure o rese? – “Mai per amore” (del Fisco)

Fatti e misfatti di gennaio 2015
Mario Relandini - 21 Gennaio 2015

Prudenze, paure o rese?

“Il film “Timbuktu” – candidato all’ “Oscar” come il migliore tra gli stranieri – è stato tolto dalla circolazione in Francia, dalla “Direction génèrale de la sécuritè intérieur”, perché potrebbe dispiacere ai musulmani e creare nuovi gravi eventi”.

Il film – è bene specificarlo – non offende minimamente né il Corano né Maometto, ma si limita a raccontare che cosa avviene un giorno all’improvviso, in un pacifico villaggio del Mali, quando arrivano gli jiadisti. Un racconto senza forzature, senza condanne o commenti, realtà e basta e, anzi, un pizzico di benevola ironia. Ma ugualmente messo al bando. Senza possibilità di applausi dei parigini, dunque, nelle sale cinematografiche rimaste vuote. Ma con tanti applausi, c’è da immaginarlo facilmente, dei terroristi islamici nei loro covi. Opportuna prudenza francese? Comprensibile. Così, però, si accredita sempre più la testimonianza che l’Occidente, in un modo o nell’altro, si stia arrendendo davanti all’Islam violento. E, allora, non è che uno di questi giorni potrebbe essere invece censurato, dai nostri Servizi di sicurezza, quel passo della “Divina Commedia” dove Dante colloca Maometto all’ Inferno, come seminatore di discordie, e ne descrive la pena consistente nell’essere fatto a pezzi da un diavolo armato di spada? Per prudenza, semmai, mica per vigliacca paura fottuta.

Gianna-Nannini-Inno“Mai per amore” (del Fisco)

“La cantautrice Gianna Nannini – il 3 marzo prossimo – dovrà comparire, davanti ai giudici di Milano, per rispondere dell’accusa di avere sottratto tra il 2007 e il 2012, attraverso una società di diritto irlandese e una di diritto olandese, tre milioni e 700 mila euro al Fisco italiano”.

“Mai per amore” – è una delle canzoni più note di Gianna Nannini – e mai per amore, allora, neppure per il Fisco italiano. Ma, ove i giudici dovessero ritenerla effettivamente colpevole, c’è il rischio che debba evocare un’altra sua nota canzone: “Piangerò”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti