Riapre la Rampa di Domiziano

Scoperta all'inizio del Novecento dava l'accesso al Palazzo Imperiale. Fino al 10 gennaio 2016 si potrà anche visitare una mostra sugli scavi dei primi anni del Novecento
di Serenella Napolitano - 21 Ottobre 2015

Dal 21 ottobre 2015, nel Foro Romano, è riaperta al pubblico l’antica rampa di accesso ai palazzi imperiali voluta da Domiziano.

Edificata nella seconda metà del I secolo d. C., la Rampa collegava il Foro con il centro del potere, ovvero il Palazzo Imperiale.

Il complesso della rampa era dotato di un grande ingresso, probabilmente da identificare in quell’aula che nel medioevo è stata trasformata nell’Oratorio dei 40 martiri e che oggi torna a far parte del complesso composto da vari edifici, tutti posti a livello del Foro alle pendici del Palatino.

Rampa di domizianoLa rampa si snodava lungo sette salite con altrettanti tornanti, che si innalzavano per un’altezza di 35 metri (oltre 10 piani), per arrivare infine sulla vetta del Palatino all’ingresso dei Palazzi Imperiali. Delle sette salite originali ne sono rimaste quattro, ora accessibili al pubblico. Il valore simbolico di questa entrata così imponente, una vera ascesa alla residenza dell’imperatore, resta tutt’oggi evidente a chiunque la percorra. Il tragitto che si apre al visitatore termina con un affaccio inedito sul Foro romano.

Dopo un secolo dalla sua chiusura e numerosi interventi di restauro corredati da scavi archeologici, la rampa consentirà di nuovo il passaggio ai curiosi visitatori che potranno altresì osservare una mostra, che sarà aperta fino al 10 gennaio 2016, e che espone una serie di ritrovamenti effettuati durante gli scavi condotti da Giacomo Boni ai primi del Novecento, periodo in cui si realizzarono i primi restauri della rampa, oltre a reperti provenienti dal Lacus Iuturnae, la fonte intitolata a Giuturna, ubicata a pochi metri dalla Rampa. La mostra è promossa dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area archeologica di Roma, con Electa.

Veduta storica foro

Fiero di questa nuova apertura è Francesco Prosperetti, Soprintendente per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma, così dichiara alla stampa: “Forse il Colosseo è arrivato alla sua capienza massima di visitatori, mentre l’area del Foro e del Palatino ha ancora molte potenzialità di sviluppo turistico. In questo contesto, contiamo fra alcuni mesi di completare il percorso che dal Foro Romano porterà direttamente al Palatino. Si partirà appunto dalla Rampa per proseguire sul tracciato del Clivo della Vittoria e attraversando la Domus Tiberiana si seguirà la pendice sud-ovest e ci si collegherà alla “Scalae Caci”, ai templi dell’acropoli antica e alla casa di Augusto. L’apertura di questo itinerario consentirà una visione nuova del Palatino”.

 

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti