Roma, FI: “Speriamo non sia un’altra estate di fuoco, a causa mancanza manutenzione del verde”

Benvenuti, polemica sul piano antincendi della Capitale
Redazione - 15 Luglio 2020

Ieri, 14 luglio 2020, è stata una giornata di fuoco nella Capitale con 4 incendi nel
giro di poche ore. Il primo, il più intenso a Boccea poi successivamente il fuoco ha interessato la scarpata del Gra all’altezza di Casal Lumbroso, sino a lambire il territorio di Fiumicino dove è dovuto intervenire un canadair. Contemporaneamente altro fuoco vicino via Salviati, a Tor Sapienza, ed ancora su via Ardeatina, altezza Spregamore. A causare gli incendi sempre sterpaglie, erba alta, vegetazione abbandonata,  senza alcuna manutenzione.

“Speriamo non sia ancora un’estate di “fuoco” nella Capitale e proprio a causa della mancanza di manutenzione del verde pubblico. È l’allarme che lancia Forza Italia a Roma, e a parlare è Piergiorgio Benvenuti, il Presidente del movimento ecologista Ecoitaliasolidale che proprio ieri con una conferenza stampa in Senato è stato nominato
dal Commissario romano del partito, il Sen. Maurizio Gasparri, responsabile del Dipartimento Ambiente degli azzurri a Roma.

“Da tempo – prosegue Benvenuti – stiamo denunciando il completo abbandono degli spazi verdi presenti nella Capitale ed ora, come negli anni passati, il pericolo degli incendi in estate si fa sentire.

“Il bilancio dello scorso anno è stato di 1.117 roghi verificati in strada e nei parchi romani, con 348 incendi, un aumento rispetto al medesimo periodo del 2018  del 10%. Un peggioramento costante causato dalla mancanza di potature e di manutenzione degli spazi verdi ed il pericolo è che le medesime criticità si possano verificare anche quest’anno e l’inizio non fa ben sperare.

“La manutenzione dei parchi e dei giardini, stiamo parlando di circa 44 milioni di metri quadrati di verde pubblico risulta complessivamente non adeguata, come gli argini e la golena del Tevere, dove un incendio ha interessato proprio in questi giorni il tratto lungo la ciclabile all’altezza di Ponte Marconi.

“In concomitanza con il periodo estivo, il 12 giugno 2020 la Sindaca Raggi la firmato l’ordinanza n. 115, avviando dal 15 giugno e fino al 30 settembre, la Campagna Antincendio Boschivo (AIB), coinvolgendo 70 organizzazioni di Volontariato, in convenzione con Roma Capitale, per l’attività di monitoraggio, avvistamento e spegnimento degli incendi. Si invitano alla collaborazione Enti Pubblici e privati cittadini,
anche aumentando le sanzioni per gli inadempienti, ma la Sindaca Raggi come negli anni passati, si è dimenticata di dare direttive certe e tempestive alla manutenzione degli spazi verdi pubblici, proprio alle strutture del Comune di Roma.

“Come se tutto fosse a carico dei volontari, dei cittadini, mentre chi realmente dovrebbe garantire una adeguata manutenzione del verde pubblico e dei parchi – prosegue ancora Benvenuti – proprio in relazione alla rapida e significativa naturale crescita della vegetazione spontanea, viene sollevato da tale responsabilità.

“Purtroppo anche per il rischio incendi estivi nella Capitale – conclude Benvenuti – con l’attuale amministrazione a 5Stelle, non vi è una programmazione adeguata e come negli anni passati purtroppo si dovranno  rincorrere le emergenze e  le situazioni a rischio, mettendo in pericolo  il patrimonio ambientale esistente, causando disagi e rischi per i cittadini”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti