Roma. Sopralluoghi nelle scuole per sicurezza e manutenzione degli alberi

Quasi conclusa la prima tranche dell’operazione sicurezza sugli alberi cittadini che, in via prioritaria, ha coinvolto le scuole primarie. Un programma fitto – nato dal più esteso Protocollo d’Intesa sottoscritto da Roma Capitale, Dipartimento della Protezione Civile e Agenzia regionale di Protezione Civile del Lazio – che ha come obiettivo la prevenzione dei rischi.

Per l’occasione, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha partecipato ieri mattina ad uno dei sopralluoghi che i tecnici hanno effettuato presso l’I. C. Santa Beatrice nel Municipio XI. Con lei anche il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, il direttore dell’Agenzia regionale di Protezione Civile Carmelo Tulumello, il Presidente Ordine degli Agronomi e Dottori Forestali della provincia di Roma Patrizio Zucca e l’Assessora alle Politiche del Verde Laura Fiorini.

Come da cronoprogramma, fino ad oggi, i monitoraggi hanno interessato 95 scuole di un gruppo di 104 individuate su segnalazione dei Municipi. Un primo bilancio delle rilevazioni ha evidenziato la necessità di abbattere 59 alberi giunti a fine vita e potarne 28. Interventi programmati a partire dalla metà di luglio che verranno eseguiti in somma urgenza.

“Ringrazio la Protezione Civile per il ruolo fondamentale che sta svolgendo in questa grande operazione di sicurezza. Questi rilievi si aggiungono al monitoraggio che, nel 2017, Roma Capitale ha effettuato su circa 82mila alberi. Il nostro patrimonio verde è molto esteso ma, grazie a questi strumenti di prevenzione, stiamo andando nella direzione giusta: quella che pone al centro la sicurezza degli studenti e, in generale, dei cittadini” ha commentato la Sindaca Virginia Raggi.

“La sinergia tra Comune di Roma, Dipartimento Nazionale, Regione Lazio e l’Ordine degli Agronomi e Dottori Forestali sta raggiungendo risultati importanti e rappresenta perfettamente il modello di intervento della Protezione Civile: istituzioni e professionisti al lavoro insieme, fianco a fianco. Il volontariato di Protezione Civile è un pilastro sempre pronto a intervenire, in emergenza grandi e piccole, e il nostro lavoro deve tendere, sempre più, a vedere gli ordini professionali e le tante eccellenze del Paese coinvolte nel nostro Servizio Nazionale della Protezione Civile”, ha spiegato Angelo Borrelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati