Roma, Zingaretti: “56 milioni per interventi ristoro urbano nelle periferie”

Pubblicato il bando per completare servizi e opere di urbanizzazione nel Piani di zona 
Redazione - 26 Luglio 2020

“Al via il bando di gara per il completamento dei piani di zona in molti quadranti della città di Roma con un investimento di 56 milioni di euro che la Regione Lazio ha recuperato nell’ambito del decreto Cura Italia”.

Lo annuncia il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che aggiunge: “Si tratta degli interventi del secondo Peep, il Piano di edilizia economico popolare, in cui molte opere pubbliche sono rimaste incompiute. Diamo infatti il via a lavori di urbanizzazione primaria e secondaria che mancano nella Capitale da circa 15 anni. Una straordinaria occasione per un restyling completo delle periferie romane. Verranno creati nuovi servizi per i cittadini nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza”.

Ora sarà la Regione Lazio, dopo aver sottoscritto un protocollo di intesa con il Comune di Roma, a realizzare i lavori. In particolare, tra i piani di zona interessati figurano Colle Fiorito, La Storta e Piansaccoccia nel Municipio XIV, Monte Stallonara e Ponte Galeria nel Municipio XI, Castelverde nel Municipio VI e Casale Nei nel Municipio III, mentre le opere riguardano strade, marciapiedi, illuminazione pubblica e sistemi per la raccolta delle acque meteoriche. Con le somme derivanti dai ribassi d’asta, inoltre, che mediamente si attestano intorno al 25%, sarà possibile realizzare anche interventi di ristoro urbano, vale a dire opere di valorizzazione del decoro per restituire attenzione e dignità alle periferie romane. Tra i servizi più richiesti dai residenti ci sono parchi giochi per bambini, aree riservate ai cani, arredi urbani, percorsi ciclopedonali e impianti di video sorveglianza.

Laboratorio Analisi Lepetit

Questi interventi saranno scelti dai cittadini attraverso un percorso partecipato e secondo le disponibilità economiche residue.

Il bando di gara prevede un contratto quadro per tutti i piani di zona, in modo da aprire i cantieri entro il mese di settembre e completare le opere nel primo semestre del 2021.

“La gestione dei lavori è affidata alla società regionale Astral, che svolgerà la funzione di stazione appaltante: queste opere sono attese da molti anni e permetteranno di rendere pienamente vivibili intere zone della città. Insieme ai residenti, inoltre, verranno scelti gli interventi di ristoro urbano per accrescere i servizi e migliorare la qualità del tessuto residenziale nelle periferie di Roma” dichiara Massimiliano Valeriani, assessore all’Urbanistica e alle Politiche abitative della Regione Lazio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti