Categorie: Associazioni Cultura
Municipi: , | Quartiere:

Scoprire l’Ostiense contemporanea con le associazioni culturali del Muncipio VIII

L’iniziativa è all’interno del progetto “Museo diffuso della via Ostiense”

Assenza di fondi ma grande voglia di cultura. Questi i due elementi che hanno portato il Municipio Roma VIII ad ideare e realizzare il “Museo diffuso della via Ostiense”. Un progetto sperimentale di valorizzazione del patrimonio storico e architettonico, nato grazie alla collaborazione e all’attiva partecipazione delle associazioni e fondazioni culturali del quartiere.

Palazzo Atac affrescato da Clemens Behr. Foto Federico Ridolfi
Palazzo Atac affrescato da Clemens Behr. Foto Federico Ridolfi

Dopo i primi due appuntamenti dedicati alla riscoperta della natura classica della zona con i suoi più importanti monumenti (Porta San Paolo, Piramide Cestia, Basilica di San Paolo) e all’Ostiense moderna, con un percorso nella città industriale e una visita al Polo Museale Atac, è arrivato il momento di scoprire i colori e le forme dell’attuale vita del quartiere.

Il terzo appuntamento, con eventi previsti dal 13 al 14 dicembre, sarà dedicato all’Ostiense contemporanea. I partecipanti potranno ripercorre, attraverso una passeggiata guidata, le orme di Elsa Morante e Pier Paolo Pasolini, conoscere le opere di Street Art che colorano le strade della città, e scoprire la storia delle tante strutture industriali presenti, molte delle quali oggi riconvertite in spazi di cultura e creatività, tra queste le Officine Fotografiche e l’Opificio Roma Europa.

“In questo periodo di forte crisi del settore culturale a Roma, il Municipio VIII ha facilitato la relazione tra le realtà culturali creando un laboratorio di socialità per il quartiere, grazie all’azione di associazioni che hanno aiutato l’istituzione a creare questo programma”, ha dichiarato il Presidente Andrea Catarci.

"Dì, dì se questo è vero" di Guy Denning in via Silvio D'amico. Foto di Federico Ridolfi
“Dì, dì se questo è vero” di Guy Denning in via Silvio D’amico. Foto di Federico Ridolfi

La risposta del pubblico non si è fatta attendere, solo al primo appuntamento hanno partecipato 120 cittadini, segno della grande richiesta di cultura in città. Unica criticità quella segnalata dal consigliere Pd Flavio Conia: “se da un lato si è creato un vero laboratorio di idee e progettualità, il tutto senza risorse, bisogna però ricordare che chiedere una promozione culturale senza pagarla svilisce il ruolo degli operatori e mette in una posizione scomoda l’Istituzione Municipale”.

Gli appuntamenti dal 13 al 14 dicembre:

Sabato 13 dicembre, dalle 15 alle 17.30, “Il quartiere Ostiense nelle opere di Elsa Morante e Pier Paolo Pasolini”(per prenotazioni obbligatorie: 339.3585839 – appasseggio@gmail.com)​

Domenica 14 dicembre, dalle 11 alle 12.30, “Metamorfosi Urbane: memorie e riuso delle strutture industriali nel quartiere Ostiense” (per prenotazioni obbligatorie: info@festinalente.roma.it – 333.​5934734)​ ​

Domenica 14 dicembre, dalle 15.30 alle 17, “La Street Art del quartiere Ostiense” (per prenotazioni obbligatorie: 329.9740531 – segreteria.arsinurbe@gmail.com).


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento