Se l’Isis traffica anche con organi umani – Quella tassa sui vulcani – Bravi carabinieri – Rinunce

Fatti e misfatti di dicembre 2015
Mario Relandini - 26 Dicembre 2015

Se l’Isis traffica anche con organi umani

“Nella “fatwa 68” dello Stato islamico – trovata in un documento delle forze speciali americane in Siria orientale, nel maggio scorso, e resa nota, in questi giorni, dall’agenzia “Reuters” – si legge, fra l’altro, che “la vita di un apostata e i suoi organi non devono essere rispettati e possono essere presi impunemente”. Come sia lecito, in particolare, espiantare organi da un prigioniero in vita non musulmano e anche se ciò dovesse comportare la sua morte”.

Dopo le decapitazioni, le uccisioni sul rogo, le stragi con i “bambini bomba”, gli stupri, le devastazioni, il traffico di “schiavi”, di armi e di reperti archeologici, ecco, dunque, il traffico di organi umani. Qualcuno, fra quelli che vorrebbero affrontare i selvaggi dell’Isis con colloqui di pace e non con le armi, ci starà, ora, forse ripensando. Il suo buon cuore, proprio perché buono, potrebbe valere e fruttare molto di più sul mercato degli organi umani avviato dai selvaggi dell’Isis.

Quella tassa sui vulcani

stromboli_3“Il Governo – ha scoperto “Italia oggi” – ha emanato una tassa, che va da due euro e 50 centesimi a cinque euro, per i visitatori delle isole minori che abbiano vulcani nei loro territori”.

Una tassa, insomma, sui vulcani. In attesa, magari, di emettere una tassa simile sui ruscelli di montagna e, il 10 agosto, sulle stelle cadenti.

Bravi carabinieri

“Una nonna di 75 anni con una pensione di 400 euro al mese – a Manerba, nel Bresciano – è stata sorpresa, in un supermercato, con 27 caramelle non pagate che avrebbe voluto regalare ai suoi nipotini”.

Dar Ciriola

I carabinieri, chiamati dal supermercato, non l’hanno però denunciata e hanno pagato loro il piccolo conto. Bravi carabinieri. Loro hanno capito il dramma di quella povera nonna. Chissà, però, se lo capiranno il “premier tutto va bene” e i suoi ministri “yes man”.

Rinunce

“Con te acanto – è apparso su un muro di un paesino della Bassa – posso rinunciare ha tutto”.

E’ vero. Anche all’italiano.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti