Situazione di pericolo su via Malnome

Nonostante le continue segnalazioni, nessun intervento dal XV municipio
Rubrica e-mail dei lettori - 12 Gennaio 2013

Vi scrivo dopo aver fatto minimo 10 telefonate per segnalare lo stato di grave pericolo sulla strada Via Malnome/Ponte Malnome. Dopo la curva che costeggia la discarica c’è una fila di alberi pericolanti, con rami letteralmente a penzoloni. Ogni volta che percorro con la macchina quel tratto di strada trattengo il respiro sperando che nessun ramo decida di staccarsi in quel momento.

Diversi anni fa, su via della Pisana, purtroppo io stessa mi sono ritrovata a soccorrere una ragazza a cui era caduto addosso un ramo gigante mentre percorreva la strada con il motorino. La ragazza è morta dopo diverse ore di agonia, aspettando per più di un’ora l’ambulanza. Fu un evento talmente tragico e assurdo…….e la colpa è chiaramente del mancato intervento degli addetti alla manutenzione del verde e delle strade (a cui erano arrivate le segnalazioni ma che non erano intervenute).

Ripeto di aver personalmente segnalato la pericolosità del tratto di strada di Via Malnome o Ponte Malnome (non so bene come si chiama la strada non essendoci cartelli). Si tratta di una strada percorsa per comodità da tutti quelli che devono andare su via della Muratella e da tutte quelle persone che si fermano per le "Signorine" che popolano quel tratto di strada.

Ho fatto diverse fotografie al tratto di strada e registrato ogni telefonata fatta alla Polizia Municipale per segnalare la pericolosità degli alberi.Tutte le volte mi è stato assicurato che una pattuglia della Polizia Municipale sarebbe andata a controllare ed avrebbe provveduto.

Mai nessuno credo sia andato a vedere e sicuramente nessuno è intervenuto. Vorrei a questo punto segnalare alla stampa questo ennessimo disservizio a danno di cittadini che regolarmente pagano le tasse, e pagano tanto, a fronte di una totale assenza di servizi.

 
                                                                                                                                                                                                                                                                     Daniela Asterri 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti