Categorie: Ambiente Degrado
Municipi: | Quartiere:

Sopralluogo nel parco Centocelle

Riflessioni, osservazioni e un video

Un sopralluogo, quello fatto ieri mattina, 1 marzo 2024, da Abitare A con il suo direttore Vincenzo Luciani e i collaboratori Calabrese e Moriconi anche per dare il giusto peso alle fantastiche previsioni fatte dal Sindaco Gualtieri la scorsa settimana di fronte ad una pletora di giornalisti, qualche tecnico del Dipartimento e del Masterplan (Per chi non conosce l’inglese, il masterplan è un documento di indirizzo strategico che sviluppa un’ipotesi complessiva sulla programmazione di un territorio, individuando i soggetti interessati, le possibili fonti di finanziamento, gli strumenti e le azioni necessari alla sua attuazione). Erano presenti, oltre all’Assessore capitolino all’Ambiente Alfonsi, il Presidente del V municipio Caliste accompagnato dal suo Assessore all’Ambiente Annucci e dal Consigliere E. Orlandi.

Abbiamo constatato che si continuano a fare enormi buche senza un cencio di un cartello informativo su cosa vi si realizzerà.

Siamo entrati da via Casilina lato Antica Osteria di Centocelle dove i lavori di recupero di un bene di altissimo valore storico archeologico si è fermato alla recinzione lasciando l’antica struttura a rischio crollo.

Abbiano visto l’entrata chiusa della galleria e fatto un giro tra i resti di quello che era il vecchio distributore dell’Agip che, nonostante sia stato parzialmente demolito, offre rifugio tra rifiuti di ogni genere alcuni senza fissa dimora. Dicono che il luogo, “del quale ad oggi nessuno ha chiarito la proprietà”  sarà una struttura destinata a servizi per il Parco.

Abbiamo continuato il percorso costeggiano i recinti degli Autodemolitori e di quello che resta dopo il drammatico incendio di due anni fa, ovviamente nessun cenno di trasferimento e delle bonifiche solo quelle fatte da loro.

Siamo poi entrati nel Parco attraverso un varco costituito dall’asportazione di decine di metri di recinzione. Poi il nulla se non le aree intonse delle Ville, cestini di rifiuti ormai completamente mangiati dalla ruggine, nessuna panchina, salvo alcune risalenti al sindaco Veltroni e finalmente la traccia dell’avvio dei lavori con la messa a dimora di numerosi alberi e arbusti.

Continuando un paio di grosse buche. Sulla prima è stato lo stesso Sindaco a dire che sarà la base di un’area giochi per bambini, sulla seconda invece non si sa nulla e questo è dovuto anche al grave fatto che si continua nel lesinare anche sulle cartellonistica prevista dalla legge per l’esecuzione di lavori.

Ancora niente sulla messa in sicurezza dell’accesso al civico 712 … ma questa sarà un’altra storia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati