Sport. Giuliana Salce: “Non ci sono solo i professionisti. C’è voglia di sport diffuso”

La campionessa del mondo di marcia: "I cittadini vogliono poter correre nei parchi in massima sicurezza"
Redazione - 17 Aprile 2020

“In attesa della cosiddetta ‘fase 2’,  nel settore sportivo si parla
solo o quasi della riapertura degli stadi per far riprendere il
Campionato di calcio di serie A. Chiaramente il calcio è uno sport
importante e appassiona milioni di persone nel nostro Paese come nel
mondo, ma ci sono le serie inferiori che sono altrettanto importanti
rispetto alla serie A, come tutti gli altri sport, ma anche tantissime
persone, che hanno voglia di praticare attività fisica, che hanno
voglia di riprendere a marciare, a correre nei parchi, chiaramente in
massima sicurezza”.

È quanto dichiara in una nota Giuliana Salce, Campionessa Mondiale di marcia 3000 metri Parigi 1985, ed oggi Responsabile Regionale per il Lazio del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale.

“Chiaramente – -prosegue nella nota la Salce – intorno al calcio vi sono tantissimi interessi sia economici  che mediatici, ma vi sono gli altri sport che hanno la medesima dignità ed importanza -prosegue la Salce –  e non parlo solamente della marcia. Non voglio assolutamente sollecitare alcuna riapertura veloce degli impianti sportivi con il rischio Covid-19, ma certamente sollecito le Istituzioni preposte affinché una valutazione sulla Fase2 nello sport venga fatta contemplando le esigenze di tutti gli sportivi, nessuno sport escluso.
“Il mio sogno – conclude la Salce – ma che sono certa è il sogno di tutti coloro che praticano uno sport, quello di poter nuovamente allenarsi, magari con modalità, impianti  e metodi innovativi. Sempre più lontani dal
cemento e con una maggiore attenzione all’ambiente, anzi trasferendo  lo sport sempre più negli spazi verdi”.

Fresco Market
Fresco Market

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti