Categorie: Ambiente Degrado
Municipi: | Quartiere:

Tor Sapienza, storia di un quartiere violentato

Continuano denunce e segnalazioni dei cittadini e del CdQ. Inascoltate

Fumi da incendi di materiale altamente tossico provenienti dal campo rom di via Salviati, immondizia in ogni angolo del quartiere causa anche di un servizio carente da parte di Ama Spa, illuminazione pubblica insufficiente, carenza di vigilanza del territorio da parte delle forze dell’ordine ed in particolare della polizia locale.

torsapienzastory-2Anni di puntuali denunce e segnalazioni da parte del CdQ di Tor Sapienza che da sempre non trovano neppure un cenno di riscontro da parte dell’istituzione locale. Un problema questo che si è ulteriormente aggravato con l’accorpamento dei municipi e che ha visto l’impalpabile Giunta Palmieri lasciare il posto, con lo stesso risultato, all’armata pentastellata guidata da Giovanni Boccuzzi.

A dire il vero un minimo di attenzione sul quartiere, sui fumi e sulla vigilanza vi era stato in passato e a determinarla fu la protesta contro il centro di accoglienza di via G. Morandi che portò l’allora Sindaco Marino e il Prefetto Gabrielli e diversi tra parlamentari e consiglieri comunali e regionali a toccare con mano il degrado in cui era piombato il territorio. Furono presi degli impegni e, a parte qualche lampione di illuminazione pubblica in via Morandi e una pattuglia di vigili passivamente posta nei pressi del campo di via Salviati, nulla e ribadiamo nulla è stato fatto.

torsapienzastory-3Restano: una Stazione Ferroviaria in totale stato di abbandono e spesso pericolosamente al buio, una recinzione della linea veloce TAV piena zeppa di buchi, varchi e porte di sicurezza manomesse. Strade senza marciapiedi dove vengono negati anche dei semplici para-pedonali per tutelare l’incolumità dei cittadini. Un parco semirealizzato e frutto di una compensazione Tav che ancora non rientra nella disponibilità dei cittadini e poi tanti tanti rifiuti che fanno da cornice ad un insediamento su cui ad oggi si è intervenuto solo posizionando jersey e blocchi di cemento che hanno trasformato il panorama in una di quelle tante spiagge che durante la 2ª guerra mondiale si attrezzavano per impedire lo sbarco dei nemici.

torsapienzastory-5Ma qui il nemico sono solo i rifiuti di ogni genere, spesso tossici che, con frequenza quasi giornaliera vengono puntualmente dati alle fiamme sprigionando veleni di ogni genere…  E le Istituzioni cosa fanno? Continuano periodicamente a mandare mezzi pesanti all’interno del campo per “alleggerirlo” di decine e decine di tonnellate di immondizia e metalli frutto dell’attività di recupero fatta dai residenti,

torsapienzastory-1Le aspettative della cittadinanza all’indomani del cambio di guardia con i 5 Stelle al Municipio Roma V, avvenuto ormai quasi sei mesi fa, stanno approdando alla delusione. La strombazzata volontà di fare politica in mezzo ai cittadini con delle Sedute di Consiglio nelle piazze e sui territori, sembrano ormai rientrare in quelle tipo “annunciazione annunciazione” del gruppo cabarettistico del Trio la Smorfia formato da Massimo Troisi, Lello Arena e Enzo Decaro.

Nessuno pretendeva che l’impegno assunto dalla Sindaca Raggi di andare, in un batter d’occhi, al superamento dei campi, dopo che per decenni sono stati la mangiatoia indiscussa di quella combriccola tra elementi anche di spicco della politica romana e pluripregiudicati farne un business finito nelle fauci di “Mafia Capitale”, ma almeno ci si aspettava un segnale che qualcosa stesse cambiando e in direzione di quanto promesso. Quello si  i cittadini ancora se lo aspettano.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati