Un parco intitolato a Sara Di Pietrantonio nel suo quartiere Spallette, a Ponte Galeria

Dal Campidoglio, contro la violenza sulle donne. Raggi, “Un intervento voluto dai cittadini con cui lanciamo un messaggio a tutta la città”
Redazione - 25 Novembre 2020

Nel quartiere di Sara di Pietrantonio, la giovane romana uccisa dal suo ex fidanzato nel 2016, sorgerà un parco a lei intitolato e dedicato al contrasto alla violenza sulle donne. La giunta Capitolina ha dato infatti il via libera alla riqualificazione dell’area verde nel quartiere Spallette, a Ponte Galeria, dove Sara viveva.

Il progetto, che prevede un investimento di 760mila euro, è stato elaborato sulla base della proposta indicata dai cittadini nell’ambito del bilancio partecipativo di Roma Capitale e sviluppato sulla tematica del femminicidio.

Oltre alla realizzazione del percorso rosso con pavimentazione drenante in granuresina e arredi dello stesso colore, il progetto prevede l’eliminazione delle barriere architettoniche affinché il parco sia completamente accessibile e la realizzazione di un prato fiorito con aree alberate e relativo impianto di irrigazione.

Inoltre, tenuto conto delle esigenze espresse dai cittadini, saranno realizzate zone relax con sedute all’ombra degli alberi, palestre a cielo aperto con attrezzature per il fitness e un campo polivalente. Prevista anche l’implementazione dei giochi dell’area ludica esistente, l’ammodernamento dell’impianto di illuminazione e un sentiero pedonale in pavimentazione drenante ed ecologica per collegare le aree residenziali di via Siligo e via Arzana.

Il Parco di Sara è il nome che gli abitanti del quartiere hanno dato all’area verde, esprimendo una volontà che abbiamo condiviso. Viene lanciato un messaggio a tutta la città indirizzando la progettazione su un parco dedicato al contrasto al femminicidio e alla violenza sulle donne, che dobbiamo contribuire a fermare con ogni mezzo” dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Questa riqualificazione ha una grande rilevanza perché oltre a trasformare un terreno incolto in un parco accogliente e bello che valorizza tutto il quartiere, è dedicata ad un tema importante come il contrasto alla violenza di genere. Nel Parco di Sara, come lo hanno chiamato gli abitanti di Spallette, gli elementi strutturali in successione – pavimentazione, panche, corrimano – formeranno un nastro rosso che attraverserà il prato, intervallato da opere d’arte sul tema”, ha spiegato l’assessora alle Politiche del Verde Laura Fiorini.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti