Un “premier” da “suk” – Da non credere – Basta “cavolate”

Fatti e misfatti di novembre 2015
Mario Relandini - 27 Novembre 2015

Un “premier” da “suk”

“Per sconfiggere l’Isis – continua a teorizzare il “premier” Renzi – occorre, in Siria, una coalizione forte e compatta”.

Teoria più che giusta. Peccato però che la forte coalizione formatasi con la Francia, l’Inghilterra, la Germania, la Russia e gli Stati uniti veda assente proprio l’Italia che non la rende completamente compatta. E bravo dunque a parole, come sempre, il “premier” Renzi. Il quale, trattandosi di una questione mediorientale, questa volta deve avere oltretutto pensato, magari, di dimostrarsi più furbo di un furbo mercante di un “suk” arabo. Allah è grande, sì, ma com’è piccolo piccolo il nostro “premier” Matteo Renzi.

poliziottiDa non credere

“I quattrocento agenti di polizia chiamati a Roma per garantirne una maggiore sicurezza durante il Giubileo – ha denunciato il segretario del sindacato Ugl, Massimo Nisida – sono costretti a pagarsi l’alloggio da soli poiché il Governo non ha ancora trovato come e dove sistemarli”.

Roba da non credere. Come da non credere è il fatto che gli agenti i quali hanno denunciato in tv, alcuni giorni fa, di essere stati lasciati senza opportuni mezzi e protezioni, in un momento così delicato, non siano stati rassicurati circa un urgente provvedimento riparatore, ma siano stati messi sotto inchiesta per “avere reso dichiarazioni che recano un grave pregiudizio all’immagine della Polizia”. Loro sotto inchiesta. Non sotto inchiesta il Questore, il Ministro dell’Interno, il Governo i quali se ne infischiano di tenere una Polizia in uno stato pietoso e vergognoso. Tra undici giorni, ormai, il “Giubileo della misericordia”. Che il Supremo abbia misericordia degli italiani, ma, soprattutto, di certi irresponsabili che li governano.

Basta “cavolate”

“Sui “social network” – ha ordinato, ai militanti, il presidente del Pd, Matteo Orfini – basta discutere su cavolate (anche se lui non ha detto proprio cavolate)”.

Adotta Abitare A

Come sarebbe bello e come i “social network” sarebbero più gradevoli, se impartissero il medesimo ordine, ai loro militanti, anche i presidenti di tutti gli altri partiti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti