Una magica serata con Pirandello a Centocelle

Aurora Fratini - 26 Luglio 2020
Prelevo da facebook della poetessa, attrice e regista Aurora Fratini questo bel resoconto della magica serata del 24 luglio 2020 co il simposio organizzato dall’Associazione culturale Polvere di Stelle e UILT (Unione Italiana Teatro Libero) presso il ristorante Grano & Brace in via dei Platani 18-20 a Roma Centocelle e dedicato al tema “Pirandello nostro contemporaneo”. 
“SICUT IN THEATRO ITEM IN COELO” Luigi Pirandello.
Meritato successo della serata dedicata a Luigi Pirandello tenuta ieri sera nella splendida estate romana, edificata dalle migliori eccellenze nell’ambito degli studi pirandelliani, del teatro, della letteratura, della storia, del giornalismo.
Il Prof. Rino Caputo, docente di Letteratura Italiana presso il Corso di Laurea in Storia, Scienze e Tecniche dello Spettacolo (SSTMS ex DAMS) e di Laurea Specialistica in Italianistica della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “Tor Vergata” nonché direttore della rivista “Pirandelliana”, ha presentato un Pirandello “inedito” e straordinariamente suggestivo per la sua contemporaneità.
Non sono mancati attori storici quali Marcello Amici, che ha “consacrato” la sua vita al teatro e a Pirandello e Sergio Ammirata, che proprio quest’anno ha festeggiato i 50 anni della sua compagnia “Plautina”, Enrico Pozzi, il mirabolante Angelo Blasetti.
Stefania Zuccari, presidente UILT (Unione Italiana Libero Teatro) del Lazio è stata la madrina della serata, animata e presentata dal dott. Henos Palmisano, presidente di “Polvere di Stelle” ed organizzatore della serata.
Brani tratti dalle opere del più grande drammaturgo di tutti i tempi sono stati interpretati dalla straordinaria attrice Loredana Martinez.
Tra i giornalisti, scrittori, poeti ed editori presenti, Vincenzo Luciani, sempre acuto nel cogliere e promuovere gli eventi culturali del territorio.
Si ringrazia sentitamente per la loro partecipazione Giovanna Pirandello ed il soprano Monica Cucca.
Infine c’ero io, con l’umiltà che si deve ai “giganti”, con il mio amore per la letteratura e per il teatro, a rappresentare il laboratorio teatrale “Antelitteram” dell’Associazione Culturale Terzo Millennio, di cui mi pregio essere direttore artistico e presidente.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti