Villa De Sanctis dice basta al degrado e all’abbandono

Indetta una assemblea per rilanciare un quartiere con circa 12.000 residenti

Indetta per il 19 gennaio 2024 nei locali della Parrocchia di San Gerardo Maiella alle ore 17:00 un’assemblea pubblica per il rinnovo e rilancio del Comitato di Quartiere.

I motivi di questo incontro sono presto detti, e li elenchiamo qui di seguito.

Sono ormai anni che dal quartiere di Villa de Sanctis vengono segnalati problemi a cui purtroppo non vengono date risposte da parte del Municipio V e dalle Aziende municipalizzate ad iniziare da Ama SpA.
Purtroppo ci dicono dai componenti del vecchio CdQ, i problemi sono peggiorati con la riforma voluta dall’allora Giunta presieduta dal Sindaco Gianni Alemanno e che ha visto l’accorpamento dei municipi VI e VII creando di fatto una città con una popolazione di oltre 250.000 abitanti, con risorse economiche insufficienti e con un numero di dipendenti amministrativi e tecnici già paurosamente insufficienti a causa del blocco del turnover nella pubblica amministrazione e su cui solo recentemente sono stati avviati concorsi pubblici per cercare di colmare i disservizi che si sono venuti a creare in ogni settore dell’istituzione municipale oggi Municipio V con sede in via di Torre Annunziata 1.

Già con le precedenti Giunte che hanno visto alla Presidenza i vari Palmieri, Boccuzzi e oggi Mauro Caliste c’erano stati degli incontri tra il CdQ presieduto dal compianto Claudio Romano e i citati presidenti, purtroppo con scarsi risultati, tant’è che rimane ormai un ricordo quello di un quartiere definito come una perla della periferia romana.

Timbrificio Centocelle

Insomma in meno di trent’anni si è passati dal top della manutenzione e dell’erogazione dei servizi ad uno stato di semiabbandono dove la manutenzione del verde, della pulizia e dello stato di strade e marciapiedi sono al minimo storico, con alberature che non lasciano filtrare neppure l’illuminazione pubblica, con marciapiedi spesso non transitabili e pericolosi a causa di buche e delle radici degli alberi, con una piazza, l’unica del quartiere dove a causa della pavimentazione sconnessa è pericoloso persino recarsi in Chiesa o all’efficiente Mercato rionale.

Oltre a tutto ciò c’è anche l’esigenza di intervenire negli unici luoghi riservati ai bambini e agli adolescenti e che sono il Campo Polivalente tra viale della Primavera/O. Petrini su cui aveva deciso di intervenire la Giunta Boccuzzi e il Giardino Filippi su via Romolo Balzani da tempo orfano di attrezzature ludiche per bambini e con una pista di pattinaggio ormai pericolosa.

Il Quartiere è anche privo del Centro Anziani (già Marcolini) rimasto purtroppo senza locali idonei per accogliere i circa 400 iscritti che frequentavano i locali di via F. Ferraironi.

La volontà dei promotori dell’iniziativa che si terrà il 19 gennaio è quella di far rinascere un Comitato di Quartiere forte e coeso per aprire una vertenza con il Municipio V e avviare una politica di rilancio di un quartiere con circa 12.000 residenti.

Timbrificio Centocelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati