Villa Gordiani, Pulcini: “Grazie al nostro lavoro sta diventando una delle ville storiche più belle d’Italia”

Comunicato stampa - 9 Marzo 2020

Dall’Assessore Dario Pulcini riceviamo e pubblichiamo

“Dario Pulcini, Assessore alle Politiche Ambientali del V Municipio, è tornato a dare aggiornamenti sul lungo lavoro che sta svolgendo l’Amministrazione 5 Stelle su Villa Gordiani, una delle ville più importanti del territorio dal punto di vista storico, archeologico ed ecologico.

Nel mese di gennaio era stata comunicata alla cittadinanza un’operazione che aveva portato potature importanti sia sui cespugli che sulle alberature per la riduzione del rischio di schianti. Pulcini aveva ricordato che la maggior parte degli alberi presenti non ricevevano una manutenzione adeguata da decenni.

Decathlon Prenestina saluta

Oltre a questo lavoro, l’Assessore recentemente, nel comunicare gli interventi effettuati nelle varie aree ludiche del Municipio, aveva ricordato anche quanto fatto a Villa Gordiani: “Abbiamo messo in sicurezza due aree ludiche presenti sul lato di Via Prenestina e lato Olevano Romano mentre un’altra, lato Viale Venezia Giulia, l’abbiamo riqualificata inserendo anche dei giochi inclusivi che sono stati purtroppo vandalizzati mesi fa e prontamente sostituiti. Recentemente abbiamo posizionato anche un tappeto anti trauma nell’area ludica del parco lato Olevano Romano. La riqualificazione delle aree di Via Prenestina e lato Olevano Romano è prevista entro l’anno, i lavori di manutenzione delle aree ludiche partiranno da aprile in poi”.

Non solo giochi, ma anche attenzione allo sport. Pulcini ha infatti ricordato:”Abbiamo finanziato con il bilancio partecipativo la riqualificazione del campo da basket”.

Sempre per quanto riguarda il verde e il decoro del parco, Pulcini ha affermato che sono state sistemate moltissime panchine presenti nel parco, ne mancano solo poche e gli interventi sono stati già programmati.

Sulla pulizia e messa in sicurezza dell’area, l’Assessore ha sottolineato che, rispetto a come era la situazione durante le precedenti amministrazioni, ora c’è una continua e regolare manutenzione ordinaria che garantisce bellezza e decoro in ogni zona del parco.

Sull’aspetto “fruibilità”, vari sono stati e saranno gli interventi di messa in sicurezza.

A proposito di quest’ultimi Pulcini ha anticipato che ci sarà la realizzazione della recinzione perimetrale del parco sul lato di via Olevano Romano (angolo con via Prenestina). Dopo decenni di nulla, a ottobre/novembre di questo anno, proprio grazie al lavoro svolto dalla maggioranza 5 Stelle ( ne parla proprio l’intervento n. 13 nell’ordine di servizio fatto alla ditta dal ufficio tecnico del Dipartimento ambientale), sarà resa possibile l’ apertura e chiusura della villa con l’introduzione della recinzione mancante. L’Assessore ha poi ricordato che sono state rimosse delle aree intercluse riparando dei tombini dopo anni e anni che stavano lì e nessuno sapeva nemmeno il motivo o era tantomeno intervenuto. Le transenne, prima dell’intervento dell’Assessore con l’Ufficio Decoro, erano dimenticate lì da tanto tempo.

Anche per quanto riguarda l’aspetto illuminazione, Pulcini ha rassicurato la cittadinanza dicendo che verrà potenziata, a breve, nella parte che affaccia sulla via Prenestina e già degli interventi sono stati fatti. Illuminare la villa vuol dire renderla più sicura e quindi ridurre al minimo i fenomeni di criminalità e prostituzione che, nei decenni precedenti, erano assai frequenti. Questi casi di illegalità si sono ridotti grazie ai  maggiori controlli che l’Amministrazione ha richiesto, in questi anni, alla Polizia Locale e alle Forze dell’Ordine che hanno intensificato i presidi nella villa.

Altro obiettivo che la maggioranza 5 stelle si era posta fin da subito era quello di rimuovere ogni traccia di inquinamento ambientale e atmosferico presenti nel parco. Pulcini ha infatti dichiarato:”Abbiamo demolito tutti i manufatti abusivi dell’area (dove vi era un ex campo da calcio) e rimosso l’eternit presente, lasciando solo una porta da calcio che toglieremo a breve. Tutto ciò comportava un pericolo per la salute dei residenti e non solo. Le condizioni sono state queste per decenni, sotto lo sguardo di chiunque”.  Ovviamente poi si è parlato dell’ex bocciofilo che si affacciava su viale Partenope:”Stiamo completamente trasformando l’ex bocciofilo abusivo, restituendogli condizioni dignitose, togliendo il tetto in amianto (in tutto 1.200 mq) grazie apposita gara e sostituendolo con pannelli adeguati per costruire lì il primo Centro di Cultura e Educazione Ecologica e Ambientale di tutta Roma. Prosegue quindi il nostro progetto di creare uno spazio ecosostenibile polifunzionale culturale e pedagogico. Il luogo rimarrà in gestione al Municipio e diventerà una “casa” per attività socio-culturali dei cittadini, delle istituzioni scolastiche e dell’Amministrazione. Stiamo creando un luogo di diffusione della cultura ambientale e di sviluppo della comunità territoriale al posto di strutture fatiscenti e coperte da eternit. Il tutto rientra in un progetto più grande che è quello di rivalutare, preservare e riqualificare le bellezze naturalistiche, storiche e archeologiche presenti nel V Municipio e soprattutto nel complesso di Villa Gordiani, rendendola non solo un’area decorosa, ma all’avanguardia”.

Villa Gordiani è un grande polmone verde della città, nonché un’ importante area archeologica che contiene i resti di una vasta villa patrizia. A proposito della rivalutazione artistica dell’area, uno dei lavori più importanti che caratterizzerà la villa è infatti il restauro conservativo delle strutture architettoniche ed archeologiche presenti fra cui sicuramente la Basilica paleocristiana (il progetto qui prevede la possibilità di uso per spettacoli, utilizzando eventualmente elementi di arredo rimovibili) e il Mausoleo. Su quest’ultimo verrà realizzato un enorme spazio d’esposizione, non invasivo, aperto ad eventi culturali. Il progetto prevede anche la ricostruzione del pavimento del pronao e della scala monumentale di accesso con struttura distanziata e in materiale differente dall’originale, con rispetto alla posizione di tutti i grandi crolli in opus caementicium storicizzati e oggetto di consolidamento nell’intervento di restauro degli anni ’80. Pulcini ha dichiarato che i lavori partiranno a breve, con un investimento di oltre un milione di euro:”La gara è stata già aggiudicata tramite il bando e i fondi sono presenti (c’è stato uno stanziamento di ben 1 milione 194milaeuro). Il bando era stato aperto a dicembre 2018 e chiuso a febbraio dell’anno scorso con l’obiettivo di restituire alla comunità la fruizione dei beni in oggetto rendendo possibile la loro visita nelle condizioni di sicurezza richieste dalle attuali normative e consentendone l’utilizzo attraverso il loro adeguamento ad una destinazione d’uso compatibile”.

Pulcini ha affermato: ”Nella villa ci sono rilevanze archeologiche e ambientali uniche. In qualsiasi altra parte del mondo si pagherebbe il biglietto per vedere e ammirare queste bellezze artistiche e storiche. Grazie ai nostri lavori l’area è tornata parco pubblico, aperto a tutti, e chiunque passi da lì ora ammira una meraviglia paesaggistica che chiunque nel mondo ci invidia”.

L’Assessore ha concluso poi così:”Tutto ciò che abbiamo fatto si chiama programmazione, con una chiara visione di valorizzazione di una delle più belle ville storiche d’Italia. Qualcosa che non era mai avvenuto prima. Ci tengo quindi a sottolineare che grazie ai miei sopralluoghi costanti, tanto a Villa Gordiani, quanto nelle altre aree verdi, le problematiche riscontrate vengono rapidamente risolte, a differenza di quanto veniva fatto prima, con problemi cronici e decennali”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti