Voragine via Zenodossio, definite le procedure ma i tempi non saranno brevi

Un aggiornamento di Christian Belluzzo, Presidente V Commissione LLPP/Mobilità/Edilizia del Municipio Roma V
Redazione - 15 Luglio 2021

“A proposito della voragine che si era creata il 25 maggio 2021 in Via Zenodossio a causa di una copiosa perdita di acqua, che aveva provocato la rottura del muro di contenimento del garage sotterraneo della palazzina, lunedì 22 luglio si è svolto un incontro importante e risolutivo, tra ACEA  ATO2 ed l’Amministratore di condominio. Nell’incontro vi è stata una sostanziale divisione dei compiti per i quali ACEA ATO2 provvederà alla messa in sicurezza dell’area ed alla realizzazione di una copertura dell’area a protezione della pioggia, al fine di permettere le lavorazioni del condominio per la ricostruzione del muro, per il quale ovviamente ACEA ATO2 ha già attivato la procedura assicurativa. Il condominio quindi, rilevata l’area, eseguirà i lavori di ripristino e consolidamento del muro di contro terra. A valle si procederà al ripristino della sede stradale.”

Così Christian Belluzzo, Presidente V Commissione LLPP/Mobilità/Edilizia del Municipio Roma V.

“Purtroppo – prosegue Belluzzo – temo che i tempi saranno un pò lunghi rispetto alle nostre aspettative, in considerazione della complessità delle opere condominiali, ma terremo alta l’attenzione perché tutto possa svolgersi al meglio. In riferimento agli esiti delle indagini Georadar del 2 e 3 giugno 2021 (vedere articolo https://abitarearoma.it/dissesto-idrogeologico-figliomeni-belluzzo-fdi-buone-notizie-per-il-prenestino-labicano-si-parte-con-la-mappatura/ ),  siamo ancora in attesa della relazione di sintesi dal Dipartimento Protezione Civile di Roma Capitale e dal Gruppo di Lavoro costituitosi a tal proposito, posto che il Dipartimento stesso fisserà un incontro con tutti i partecipanti per definire l’approfondimento delle indagini da farsi nei tratti stradali dove sono state registrate anomalie elettromagnetiche che al momento risulterebbero superficiali, ma che meritano ulteriori approfondimenti anche in relazione alla tipologia delle analisi effettuate”.

Serenella

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti