Laboratorio Analisi Lepetit

Dissesto idrogeologico, Figliomeni – Belluzzo (FDI): “Buone notizie per il Prenestino-Labicano, si parte con la mappatura”

Redazione - 18 Maggio 2021

“In questi ultimi mesi si sono svolte diverse sessioni della V Commissione Lavori Pubblici del Municipio Roma V, preparate fin nei minimi particolari dal Presidente Belluzzo, riguardo la questione del dissesto idrogeologico nel nostro territorio, con risultati importanti non solo in termini informativi ma fattivi e si sono individuati i percorsi corretti mettendo a confronto i vari uffici ed enti.”

Lo dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia Francesco Figliomeni, vice presidente dell’Assemblea Capitolina, e Christian Belluzzo, presidente della commissione Lavori Pubblici del V municipio.

“Basta ricordare – prosegue la nota – il blocco dovuto alla voragine nella strada presente nel comprensorio delle case ATER di Via Tor De’ Schiavi, che grazie alla Commissione Lavori Pubblici del Municipio Roma V, ha trovato un punto di sblocco alla sua risoluzione, permettendo l’incontro per la prima volta, di tutti gli uffici e superando il difficile groviglio di competenze.
Siamo particolarmente soddisfatti del risultato ottenuto in quanto, grazie a tale incessante impegno, ci è stato comunicato che nel quartiere Prenestino / Labicano, dal 31 maggio al 4 giugno salvo imprevisti, verranno effettuate delle analisi tridimensionali del sottosuolo con una tecnologia molto avanzata appositamente noleggiata dal Dipartimento Protezione Civile del Comune di Roma, con la quale sarà possibile riscontrare eventuali punti anomali, che saranno poi sottoposti ad altre tipologie di analisi, sondaggi diretti ed altro, così da mappare il nostro territorio.

Le strade che in questa fase saranno interessate dalle indagini sono:

– Via Zenodossio
– Via Maggi
– Via Bufalini
– Via Pietro Ruga
– Via Bertocchi
– Via Augusto Dulceri
– Via dei Zeno

Crediamo sia questo l’atteggiamento che la politica dovrebbe adottare, una politica del fare, e non della polemica, perseguendo la sicurezza del territorio e dei cittadini senza dimenticare di tutelare iniziative importanti come quelle della Associazione Casa Famiglia Lodovico Pavoni, che sostiene circa 150 associazioni, con oltre 45 mila assistiti, senza fissa dimora, mense temporanee e continuative, vicina agli ultimi, quelli di cui non basta parlare ma servono fatti come fa Padre Claudio da decenni, e come fa tutto lo staff di volontari delle Associazioni coinvolte in questo straordinario progetto di solidarietà che abbiamo avuto modo di apprezzare.
Siamo convinti che occorra tutelare la sicurezza dei cittadini cercando di non penalizzare delle attività fondamentali e necessarie per la collettività come quella portata avanti dalla Associazione Casa Famiglia Lodovico Pavoni!”

Oltre alle citate indagini – conclude la nota – che verranno eseguite dagli uffici e dai rappresentanti della Protezione Civile comunale, che ringraziamo per la sensibilità e tempestività dimostrata, sono allo studio altre iniziative per cercare di risolvere le criticità esistenti e di questo auspichiamo il sostegno delle altre forze politiche con lo scopo di conciliare sicurezza dei cittadini e prosecuzione delle attività, soprattutto quelle con finalità benefiche”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti