18 Febbraio 1564… Roma, muore Michelangelo

Almanacco di Roma a cura di Stefano Crivelli - 18 Febbraio 2020

Il 18 Febbraio del 1564 muore serenamente nella sua residenza di Piazza Macel de’ Corvi (distrutta quando venne creato il monumento a Vittorio Emanuele II), Michelangelo (nato a Caprese Michelangelo, Arezzo, nel 1475), scultore, pittore, architetto e poeta protagonista del Rinascimento italiano.
Fu un grande genio e uno dei più grandi artisti di sempre. “Il mondo ha molti Re e un sol Michelagnolo” (Pietro Aretino).

Accadde il 18 Febbraio

1551      Ignazio di Loyola, fondatore della Compagnia di Gesù, con il denaro ricevuto da Francesco Borgia, prende in affitto una casa situata alle pendici del Campidoglio, in Piazza d’Aracoeli e vi apre una “Scuola di grammatica, d’umanità e di Dottrina cristiana”. E’ la prima scuola dei padri Gesuiti e prende il nome di Collegio Romano.

Fresco Market
Fresco Market

1920      Viene collocata la prima pietra al Quartiere della Garbatella.

1984      Il Capo del Governo italiano Bettino Craxi ed il Cardinale di Stato Agostino Casaroli firmano, a Villa Madama, un nuovo Concordato tra Stato e Chiesa che sostituisce quello del 1929. La religione cattolica non è più la religione dello Stato.

2000      A distanza di 400 anni, il Papa Giovanni Paolo II, tramite una lettera del suo segretario di Stato Sodano (inviata ad un convegno che si svolge a Napoli), esprime profondo rammarico per la morte atroce di Giordano Bruno, non riabilitandone la dottrina: “la morte di Giordano Bruno costituisce oggi per la Chiesa un motivo di profondo rammarico” anche se “le scelte intellettuali progressivamente si rivelarono, su alcuni punti decisivi, incompatibili con la dottrina cristiana”.

2009      Muore l’attore Oreste Lionello (nato a Rodi nel 1927). È considerato uno dei padri del cabaret italiano.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti