A Michele Mirabella il Premio Certamen Tantucci-Mariotti 2022

Convegno di studio nell’ambito della Cerimonia di premiazione dei Certamina di poesia latina “Vittorio Tantucci e Scevola Mariotti”

I temi della pandemia  e  della vicenda bellica attuale rivisitati attraverso i classici e  il pensiero di  Seneca nei poemi in latino dei giovani e dei cultori  per il Certamen di poesia latina  V. Tantucci S. Mariotti X Edizione.

Sabato 29 aprile dalle ore 9.30, presso l’Aula Magna “Santa Caterina” (LUMSA), si svolgerà la Cerimonia di premiazione della decima edizione dei Certamina “Vittorio Tantucci e Scevola Mariotti”, organizzata da E.I.P. Italia, in collaborazione con l’Università LUMSA e l’Accademia Italiana di Poesia.

L’ evento si  svolgerà ,con grande solennità, in occasione della giornata dedicata a Santa Caterina da Siena, Patrona d’ Italia e d’ Europa al cui pensiero si ispira la mission della LUMSA  preceduto da un Convegno di studio sul tema  Calamitas virtutis occasio est.

La giuria ha voluto promuovere la riflessione dei giovani sulla sventura come opportunità di crescita e di rafforzamento del carattere e gli studenti dei Licei classici hanno risposto facendo appello alla loro sensibilità e alle fonti classiche e filosofiche, rielaborandole in modo personale e creativo. Per entrambe le sezioni il tema prescelto per l’anno 2022 è In rebus adversis vera virtus cernitur.

La sezione “Vittorio Tantucci”, riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione come evento di eccellenza ai sensi del DM 655/2020, è riservato a studenti delle classi quarte e quinte delle scuole Secondarie di secondo grado con insegnamento della lingua   latina (licei classici, scientifici e linguistici) ed è intitolato al celebre latinista Vittorio Tantucci, autore della grammatica latina più nota dal dopoguerra ad oggi in Italia e all’estero.

Il Tema della necessità del coraggio (virtus) nelle avversità è trattato dai giovani poeti in molti modi. Chi accomuna le vicende umane del viandante ai tormenti della natura, chi invoca la solidarietà nella condizione di disperato isolamento di una goccia di rugiada in tempo di siccità con quella dell’uomo, solo di fronte alle difficoltà della vita che, per sopravvivere specialmente in situazioni estreme come in guerra, ha bisogno della solidarietà e dell’aiuto dei suoi simili. Chi attraverso un dialogo filosofico tra Seneca e Lucilio in cui l’insegnamento fondamentale che emerge è che le difficoltà possono rappresentare delle opportunità in cui l’uomo saggio dimostra la virtù e l’anelito alla libertà” per aspera ad astra” è la conclusione del lavoro. Il lavoro teatrale sviluppato nella sceneggiatura dalle tre studentesse , rivela l’intento di comparare i valori della cultura classica sul tema della virtù con un” salto” nel mondo contemporaneo in piena pandemia da Covid.

La sezione “Scevola Mariotti” è riservata a studiosi e cultori della lingua latina ed è intitolata a Scevola Mariotti, insigne filologo della “Sapienza” di Roma, autore tra l’altro, in collaborazione con Luigi Castiglioni, di un noto Vocabolario della lingua latina. I concorrenti, esperti e cultori hanno presentato un Poema contrassegnato da un motto. La Cerimonia di premiazione sarà aperta con un messaggio della Sottosegretaria al Ministero dell’Istruzione Sen. Barbara Floridia, con il saluto del Magnifico Rettore prof. Francesco Bonini, presidente della Giuria, e con un approfondimento della prof.ssa Carla Guetti, della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell’Istruzione. Seguiranno gli interventi del prof. Rocco Pezzimenti, dell’Università LUMSA, su “La lingua latina presupposto della società aperta”, del prof. Piergiorgio Parroni, professore emerito di Filologia classica all’Università “La Sapienza”, su “Virtù e coraggio in Seneca” e dal prof. Arduino Maiuri, docente ed esperto in cultura classica, su “Plutarco, la virtù delle donne”. La Giuria ha assegnato il Premio “Vittorio Tantucci – Scevola Mariotti, ideato per dare un riconoscimento a personalità del mondo della cultura per il loro contributo nella professione alla diffusione della cultura classica. Ricordiamo alcuni premiati nelle precedenti edizioni il Prof Godart, il Cardinale Ravasi.  

Il Premio 2022 è stato assegnato a Michele Mirabella, giornalista e scrittore, per la diffusione della cultura classica attraverso la divulgazione scientifica, che presenterà un intervento dal titolo “Cantami o mouse! Il mondo di oggi spiegato dagli antichi”.

A seguire la premiazione del Certamen “Scevola Mariotti”, al Prof. Giovanni Andrisani per il poema “Hora Canis”, con una speciale Menzione d’Onore al Prof. Sergio Foscarini, per la composizione poetica “Monstrum Occide Tuum”. Vincitori  del Certamen “Vittorio Tantucci” sono risultati gli studenti dei prestigiosi Licei di varie regioni:  il Maurolico di Messina, L’ Archita di Taranto, l’Umberto I di Napoli, Il Tacito  e il Mameli di Roma.

Primo Premio nazionale al Poema “Spes Virtutis” dello studente Gianmaria Puglisi

Secondo Premio nazionale ex aequo al Poema “Tempestas et quies” della studentessa Giovanna Di Castro della classe IV A del Liceo Classico Statale “Archita” di Taranto

Secondo Premio nazionale ex aequo al Testo critico in prosa “Calamitas Virtutis Occasio est” dello studente Paolo Cupelli della classe III B del Liceo classico Statale “C. Tacito” di Roma -Terzo Premio nazionale ex aequo al Testo Multimediale “Dialogus de virtute” delle studentesse Caterina Catuogno, Elena Olimpia Majo Orsini, Raffaella Soviero della classe IV L del Liceo Classico “Umberto I” di Napoli

Terzo Premio nazionale ex aequo al Poema “Ut Guttae” della studentessa Sofia Fusciani della classe IV B del Liceo Classico “G. Mameli” (IIS “Salvini”) di Roma

Ufficio stampa  sirena_eip@fastwebnet.it- cell 3381914613

Dar Ciriola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati