A scuola con l’alta tecnologia: un nuovo frantoio domotico all’Istituto Tecnico Agrario Garibaldi di Roma

Verrà inaugurato il 12 ottobre 2022 ore 10,30
Comunicato stampa - 9 Ottobre 2022

Imparare a coniugare attenzione per l’ambiente e tecnologia, portare la didattica del settore agricolo e agroalimentare nel futuro, tenendo presenti tradizione e innovazione. Ma anche seguire da remoto le fasi della lavorazione delle olive, imparare a conoscere le nuove tecnologie per la produzione dell’olio e i software che ne permettono la lavorazione in chiave domotica. Con questi obiettivi didattici e professionali l’Istituto Tecnico Agrario Garibaldi di Roma si è dotato di un frantoio di nuova generazione per le attività laboratoriali della scuola.

Un istituto storico del nostro Paese: al 150esimo anno dall’apertura, il secondo Istituto Tecnico Agrario più antico d’Italia si getta nel futuro e si rinnova per assicurare un’offerta formativa sempre più all’avanguardia e attenta alle diversità.

Il nuovo locale Frantoio verrà inaugurato il 12 ottobre ore 10,30 presso l’Istituto tecnico agrario Garibaldi di Roma, alla presenza delle autorità e degli esperti di tecnologie applicate all’ambiente e alla produzione agricola e agroalimentare.

 

Intervengono:

il dirigente scolastico Andrea Pontarelli,

il Ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Stefano Patuanelli,

il ten. col. Marco Iannucci comandante del reparto carabinieri tutela agroalimentare,

Dar Ciriola

il presidente di Coldiretti Lazio Davide Granieri e il dir. regionale Sara Paraluppi,

il direttore generale del Consiglio per la Ricerca e l’Economia in Agricoltura (CREA) Stefano Vaccari,

il segretario generale ACI Gerardo Capozza,

il direttore generale di Unaprol – Consorzio Olivicolo Italiano Nicola di Noia,

il presidente e il direttore dell’ITS Claudio Senigalliesi e Eugenio Stelliferi,

il direttore generale ANBI Massimo Gargano,

la dottoressa Paola Fioravanti (UMAO),

prof.ssa Laura De Gara, prof. Eugenio Guglielmelli e prof. Massimo Inguscio del Campus Biomedico,

il direttore generale ISMEA Paola Zaganelli,

il dott. Pierluigi Silvestri vice pres. Conf. Agricoltura,

il dott. Roberto Aleandri dirigente Area Produzioni Agricole Regione Lazio,

il direttore generale ARSIAL Mario Ciarla.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti