Addio a Sandra Milo: Si è spenta a 90 anni nella sua abitazione

Lutto nel mondo dello spettacolo

E’ morta Sandra Milo, aveva compiuto 90  anni nel 2023. Si è spenta nella sua abitazione e tra l’affetto dei suo cari come aveva richiesto. Lo ha reso noto la famiglia. Sandrocchia, come l’aveva soprannominata Federico Fellini per il quale è stata una musa, è stata una delle attrici più popolari del cinema italiano.

“Oggi alle 8:25 del mattino nostra madre è venuta a mancare. Ci ha lasciato serenamente, addormentandosi nel suo letto, nel modo in cui ci aveva espressamente richiesto, circondata dal nostro amore e da quello dei suoi amati cani Jim e Lady”.

Così in un post su Facebook i figli di Sandra Milo – Debora, Ciro e Azzurra – annunciano la morte della mamma. “Vi chiediamo – aggiungono – di rispettare il nostro immenso dolore e di pregare per la sua anima, rivolgendole un pensiero di luce. Ringraziamo sentitamente nostro padre Ottavio de Lolllis, l’avvocato Bruno della Ragione, Maurizio Pennesi, Alberto Matano, Cristina Morea, Maria Grazia Cucinotta Claudio e Pino Insegno, Franco Brel, Angelo Genovese, Franco Lattanzi e sua moglie Rita, Enrico Pola, Luigi Alesi, Angelo De Biasio Carlotta e Gabriele Malaguti, Marina e Tullio, Simona Ballarino. E se abbiamo dimenticato qualcuno ce ne scusiamo sentitamente”, concludono.

Nata a Tunisi l’11 marzo del 1933, vero nome Salvatrice Elena Greco, fu musa proprio di Fellini e protagonista del cinema italiano negli anni sessanta. Cresciuta in Toscana, ha esordito al cinema nel 1955 in Lo scapolo, accanto ad Alberto Sordi. Con la partecipazione a film come Il generale Della Rovere, Adua e le compagne, Fantasmi a Roma, Giulietta degli spiriti e, soprattutto, 8½, premiato con l’Oscar, è stata tra le protagoniste del cinema italiano degli anni sessanta e fu, insieme ad altre attrici come Claudia Cardinale, musa del regista Federico Fellini.

Il successo arrivò con Rossellini con Il generale Della Rovere nel 1959. Poi il decisivo incontro con Fellini. Vinse un doppio Nastro d’argento come miglior attrice non protagonista. Negli anni seguenti ha lavorato con Luigi Zampa e Dino Risi.

Tornò a recitare nel 1979 in alcune commedie di genere e intanto iniziò una altrettanto fortunata carriera televisiva. A Roma è legata, tra le tante cose, proprio al cinema con film come Fantasmi a Roma, con la regia di Antonio Pietrangeli e il documentario Roma, santa e dannata, con la regia di Daniele Ciprì.

Dopo aver ricevuto il David di Donatello alla carriera nel 2021, nel 2022 Sandra Milo è protagonista del docu-reality “Quelle brave ragazze”, con Mara Maionchi ed Orietta Berti. Nel 2023 ne viene prodotta una seconda edizione, sempre con Milo affiancata ancora da Maionchi e da Marisa Laurito (in sostituzione di Orietta Berti). Il 21 dicembre 2023 è tra i protagonisti della serie comedy di Prime Video Gigolò per caso, 6 episodi per la regia di Eros Puglielli, con, tra gli altri, Christian De Sica e Pietro Sermonti.

Sposata quattro volte, Sandra Milo ha avuto tre figli. Il primo marito fu Cesare Rodighiero, quando aveva solo 15 anni. Dopo, l’attrice è convolata in seconde nozze con Moris Ergas, da cui ebbe sua figlia Debora. Poi si è sposata una terza volta con Ottavio De Lollis, padre dei suoi due figli Ciro e Azzurra. Infine, nel 1990 si è sposata con il cubano Jorge Ordoñez.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati