Addio Angelo Infanti, il mitico Manuel Fantoni

E’ morto a Tivoli all’età di 71 anni, era stato ricoverato per un infarto

Si è spento martedì 12 ottobre all’età di 71 anni all’ospedale di Tivoli, Angelo Infanti, noto al pubblico come il mitico Manuel Fantoni del film “Borotalco” di Carlo Verdone.
L’attore era stato ricoverato sabato scorso a causa di un infarto, era nato a Zagarolo il 16 febbraio 1939.

Infanti ha partecipato anche a film di rilevanza internazionale, come “Il Padrino” del 1972, poi il ruolo nel film “Bianco, Rosso e Verdone” del 1981, ma è con “Borotalco” del 1982, diretto da Verdone, che ottiene una grande popolarità, in particolare le sue battute diventano un cult, come “Un bel giorno me ne andai a Genova e mi imbarcai su un cargo battente bandiera liberiana”.

Aveva partecipato anche al videoclip dei Tiromancino “Un tempo piccolo”, e negli ultimi anni aveva lavorato prevalentemente in film per la tv e fiction.

Per Carlo Verdone “Ieri è morto Alberto Lardani e oggi Angelo Infanti in due giorni ho perso due cari amici, due persone difficili da incontrare nel mondo del cinema. Lo avevo conosciuto a casa di

Noleggio attrezzature a Roma

Sergio Leone, era il classico bello di una volta. Uno che poteva fare ruoli classici, ma anche film d’azione – continua Verdone -. Quando scrissi ‘Bianco Rosso e Verdone’ pensai che era perfetto per insidiare la moglie di Furio. Aveva la faccia adatta. Ma il successo per lui arrivò con il personaggio di Manuel Fantoni in cui ho rappresentato un vero e proprio esempio di mitomania. Peccato – conclude il regista – era una persona spiritosa con cui amavo lavorare".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati