Municipi: , | Quartiere:

Allarme terrorismo, chiusa l’ambasciata israeliana a Roma: “Timori per la rappresaglia iraniana”

C'è rischio di possibili attacchi in seguito al raid al consolato iraniano a Damasco

Arriva la decisione direttamente da Israele non dalle autorità italiane. L’ambasciata di via Michele Mercati, ai Parioli, è stata chiusa. Si ipotizza per motivi di sicurezza dopo le minacce ricevute per il raid all’ambasciata iraniana a Damasco per colpire giorni fa uno dei leader di Hamas.

Sono circa 30 le missioni diplomatiche israeliane chiuse nel mondo nel timore di attacchi da parte dell’Iran. Lo ha riferito Haaretz, che ha citato una fonte diplomatica secondo cui le misure di sicurezza sono state accresciute in tutte le istituzioni israeliane nel mondo dallo scorso 7 ottobre.

Dall’account X e Facebook dell’ambasciata non risultano post o spiegazioni relative alla chiusura. Anche il sito web della sede diplomatica non riporta alcuna variazione nella fruizione dei servizi. Abbiamo provato a raggiungere telefonicamente l’ambasciata e la voce registrata del centralino conferma la chiusura.

Fonti diplomatiche israeliane interpellate da Agenzia Nova, tuttavia, non avevano inizialmente confermato né smentito la notizia della chiusura della sede diplomatica d’Israele.

In precedenza, il quotidiano The Times of Israel aveva invece riferito che Tel Aviv aveva deciso di chiudere oggi 28 ambasciate nel mondo per il timore di una rappresaglia.

La misura precauzionale arriva nel cosiddetto Quds Day, la Giornata internazionale di Gerusalemme istituita nel 1979 dal leader della rivoluzione iraniana, Ruhollah Khomeini, nell’ultimo venerdì del mese sacro islamico del Ramadan, che quest’anno coincide con il 182esimo giorno di guerra tra le forze israeliane e Hamas nella Striscia di Gaza.

Insomma il timore di un attacco iraniano arriva anche in Italia in seguito al raid israeliano al Consolato di Damasco del 2 aprile scorso. Se lo Stato ebraico si barrica in attesa dell’eventuale rappresaglia, anche all’estero sale il livello di allerta.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati