Categorie: Cronaca
Municipi: | Quartiere:

Ama: “Incendiati di nuovo cassonetti a Colli Portuensi”

L’azienda, come per i precedenti casi accertati, presenterà denuncia contro ignoti alle autorità competenti

Meno di una settimana fa AMA aveva collocato cassonetti nuovi, in sostituzione di quelli distrutti per incendio, ripristinando la piena fruibilità dell’intera batteria di conferimento per i cittadini del posto, ma sono stati nuovamente incendiati nella notte di domenica 4 aprile due contenitori stradali per i rifiuti in via dei Colli Portuensi. La stessa postazione, che serve le famiglie all’altezza del civico 466 era, infatti, stata già vandalizzata in modo analogo a fine marzo; squadre dedicate erano intervenute in tempi record sia per rimuovere i resti dei cassonetti e i materiali combusti sia per posizionare contenitori per rifiuti nuovi. Da inizio anno, sono oltre 80 i contenitori stradali vandalizzati, già sostituiti dall’azienda. In particolare 7 i cassonetti stradali incendiati solo su via dei Colli Portuensi e circa 15 su tutto il territorio del XII municipio. L’azienda, come per i precedenti casi accertati, presenterà denuncia contro ignoti alle autorità competenti.

Lo comunica AMA Spa in una nota.

“Purtroppo, anche in questo periodo particolarmente complesso, continuano a verificarsi veri e propri comportamenti delinquenziali – sottolinea l’amministratore di AMA Spa Stefano Zaghis – che, oltre a rallentare le operazioni di igiene urbana, producono un grave danno anche economico che ricade sulla collettività. Invito i cittadini che in questo momento molto più di prima stanno in casa, a vigilare e ad allertare immediatamente le forze di pubblica sicurezza qualora notino movimenti sospetti o azioni che possono danneggiare i cassonetti, bene strumentale di AMA e, dunque, di tutti.”


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati