Blitz anarchici al Tuscolano, in fiamme cassonetti e danni a banca e poste

L'intervento della polizia nella notte, a poche ore dalla sentenza in Cassazione per l'attentato del 2006, dove sono stati condannati Alfredo Cospito ed Anna Beniamino

Aleggia l’ombra della matrice anarchica sugli incendi che, questa notte, poco dopo le 4, hanno riguardato la zona a ridosso della Tuscolana tra i quartieri del Quadraro e di Cinecittà.

Il primo segnale è arrivato da via Giulio Agricola dove, tre cassonetti dei rifiuti, sono stati trascinati in mezzo alla strada e sono stati incendiati. Il rogo ha distrutto anche una macchina parcheggiata a poca distanza.

Alla stessa ora, è stato incendiato anche lo sportello automatico del vicino ufficio postale e, a breve distanza, meno di 600 metri, sono state danneggiate le vetrate della filiale della Banca Intesa e della Deutsche bank. Sulle vetrate è stato scritto “Anna e Alfredo liberi”, riferendosi ai due anarchici in prigione, e “Nessuna pace per chi vive di guerra”.

Sul posto sono accorsi gli agenti della polizia di Roma che hanno iniziato le indagini a cominciare dai reperimenti eseguiti dagli agenti della polizia scientifica.

Ovviamente sono al vaglio le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza degli istituti danneggiati e quelle della zona.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati