Borseggi nelle metropolitane: 7 arresti nelle ultime ore

Proseguono senza sosta i controlli dei carabinieri

Le stazioni delle Metro A e B sono ormai diventate dei veri e propri «bancomat» di bande organizzate che prendono molto spesso di mira pendolari e turisti che ogni giorno transitano nelle metropolitane della Città. La stretta contro i manolesta però non si ferma, sono infatti sette gli arresti nelle ultime ore da parte dei carabinieri. Il primo a finire in manette è stato un 70enne romeno, sorpreso e bloccato subito dopo aver asportato con destrezza il cellulare di una turista che, era in attesa del convoglio metropolitano alla fermata Barberini.

Qualche ora dopo, in via dei Fori Imperiali, sempre i carabinieri hanno arrestato un cittadino georgiano di 42 anni, sorpreso subito dopo aver asportato il telefono di una turista spagnola. I militari dell’Arma a Termini hanno invece arrestato un cittadino romeno di 46 anni, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso dagli addetti alla sicurezza che hanno allertato i Carabinieri, subito dopo aver asportato da un negozio della Stazione Ferroviaria, una confezione di profumi che è stata recuperata e restituita al titolare.

Alla fermata metropolitana Termini, è stato fermato un georgiano di 36 anni sorpreso in flagranza subito dopo aver asportato con destrezza lo smartphone di una ragazza che non si era accorta di nulla. In piazzale dei Partigiani, i carabinieri del nucleo radiomobile hanno arrestato un cittadino marocchino di 25 anni che, insieme ad un complice che è riuscito a fuggire, è stato sorpreso subito dopo aver strappato dalle mani di una turista italiana il cellulare che è stato recuperato e restituito alla vittima.

I militari della stazione Flaminia hanno arrestato in flagranza un uomo di 44 anni, senza fissa dimora, sorpreso a bordo della metropolitana, subito dopo essersi impossessato di un portafogli di una turista ucraina di 44 anni. In fine, i carabinieri di San Lorenzo hanno arrestato un romano di 32 anni, già sottoposto all’obbligo di firma in caserma, sorpreso in via del Tritone, subito dopo aver asportato da un negozio di cosmetica un asciugacapelli dal valore di 450 euro circa, occultato all’interno di una busta di plastica. Tutte le vittime di furto consumato hanno presentato regolare denuncia querela e gli arresti sono stati tutti convalidati.

Serenella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati