Categorie: Cronaca Economia
Municipi: , | Quartiere:

Campagnano di Roma: soldi a funzionario per favorire società in gara d’appalto da 3,5 milioni per asilo comunale

Le indagini, ancora in corso, stanno cercando di chiarire l'estensione del fenomeno corruttivo e di individuare eventuali ulteriori responsabili

Dalle indagini condotte dai carabinieri sotto il coordinamento della Procura di Tivoli, sta emergendo un quadro preoccupante di corruzione all’interno del comune di Campagnano di Roma.

Al centro dell’inchiesta vi è un funzionario comunale di 64 anni, arrestato questa mattina (Giovedì 16 Maggio 2024), che avrebbe illegalmente fornito ai rappresentanti di una cooperativa sociale i disciplinari di una gara d’appalto per la gestione di un asilo comunale, prima che questi fossero pubblicati ufficialmente. La gara d’appalto, dal valore di oltre 3,5 milioni di euro, riguardava un servizio cruciale per la comunità.

Secondo le indagini, il funzionario non si sarebbe limitato a questa grave violazione delle procedure, ma avrebbe anche richiesto e ottenuto circa 2.000 euro in cambio di un ulteriore favore: l’inserimento di una persona vicina alla cooperativa all’interno della commissione esaminatrice del bando. Questo atto avrebbe potuto influenzare significativamente l’esito della gara, mettendo in pericolo l’integrità del processo di selezione.

Oltre al funzionario, le forze dell’ordine hanno arrestato e posto agli arresti domiciliari tre rappresentanti della cooperativa, tutti accusati di complicità nelle azioni corruttive. Un quarto individuo coinvolto nell’inchiesta è stato colpito dall’obbligo di residenza nel proprio Comune, come misura cautelare in attesa di ulteriori sviluppi.

Le indagini, ancora in corso, stanno cercando di chiarire l’estensione del fenomeno corruttivo e di individuare eventuali ulteriori responsabili.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati