Campidoglio, approvato un Ordine del Giorno a favore dei lavoratori sui wagon lits

Una mozione presentata anche in Consiglio regionale

Il Gruppo Misto – Sinistra Ecologia Libertà dell’Assemblea Capitolina ha incontrato, oggi 1° dicembre 2011, una rappresentanza dei lavoratori dei wagon lits in lotta per difendere il posto di lavoro. Sono dipendenti delle società Servirail, Wasteels e RSI, operanti per conto di Trenitalia nel settore del trasporto notturno, notevolmente ridimensionato dall’azienda. 

A loro è stata presentata copia dell’Ordine del Giorno approvato questa notte dall’Assemblea Capitolina in sede di assestamento di bilancio.
"L’approvazione è importantissima – ha dichiarato la consigliera Gemma Azzuni, presentatrice dell’ O.d.g. – e manterro alta l’attenzione vigilando ed operando affinché il Sindaco esegua rapidamente e compiutamente il dispositivo del mio Ordine del Giorno che lo impegna: 1) a farsi promotore, verso il management di Trenitalia, della possibilità di assorbire questi lavoratori sia in forma diretta, sia in forma indiretta, sia presso la nuova compagnia franco-italiana TVT (Trenitalia Veolia Transport).  2) A promuovere l’attivazione di un tavolo tecnico paritetico formato da qualificate rappresentanze di Roma Capitale, Regione Lazio, Cotral ed ATAC per verificare le possibilità di assorbimento, nel servizio di trasporto pubblico romano e regionale dei lavoratori residenti nel Lazio.
a verificare, presso ATAC e presso le altre aziende controllate da Roma Capitale, la possibilità di assorbimento dei lavoratori licenziati.

Anche in Consiglio Regionale è stata depositata una mozione a tutela degli oltre 900 lavoratori.  Il testo, promosso dai Capigruppo dell’Api Mario Mei e di FLI Francesco Pasquali, ha ricevuto l’adesione del Capogruppo di Sinistra e Libertà Luigi Nieri e di Tonino D’Annibale (PD), Vice Presidente della Commissione Lavoro, già firmatario di una interrogazione su questo tema.

"Il nostro intento – sottolineano Mei e Pasquali – è quello di sensibilizzare la Regione a protezione dei posti di lavoro per un comparto, quello dei treni notte, che, come sottolineato da un documento congiunto delle sigle sindacali (Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti, Ugl Trasporti, Fast Ferrovie, Salpas Orsa) può contare su un ancora ampio bacino di utenza a fronte di una significativa carenza di investimenti ed innovazione.”

Serenella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati