Carrelli elevatori: ho bisogno di un patentino?

Sì, secondo le disposizioni del D.Lgs 81/2008 che individua quali sono i macchinari per cui occorre l'abilitazione

I carrelli elevatori sono tra le macchine più versatili utilizzate nella logistica e trovano impiego in contesti anche molto diversi tra loro.

Esistono diverse tipologie di carrello elevatore, ognuna con caratteristiche proprie in base ad utilizzi ed alimentazione, ma si trovano sul mercato anche varie altre attrezzature per la logistica come transpallet, commissionatori ed elevatori a timone.

Tutte queste macchine e attrezzature servono per movimentare, sollevare ed impilare carichi, spesso collocati su pallet.

Carrelli elevatori ed attrezzature per la logistica sono largamente impiegati in stabilimenti industriali, magazzini, supermercati ed ogni altra attività che prevede la movimentazione di carichi pesanti compresi alcuni segmenti dell’edilizia.

Timbrificio Centocelle

Carrelli elevatori a noleggio

Dato il largo ventaglio di settori di utilizzo che queste macchine hanno, la soluzione più efficace per poterne disporre è ricorrere al noleggio.

I carrelli sono infatti la prima tipologia di macchine che ha sperimentato per prima la pratica di noleggio in Italia. Da vero e proprio pioniere il noleggio di questa categoria merceologica è molto diffuso sia per brevi periodi che a medio e lungo termine. È infatti assai raro che un’azienda ricorra all’acquisto dato che prendere a noleggio un carrello permette di accedere ad un servizio che offre vantaggi evidenti.

Noleggiare un carrello elevatore è difatti molto semplice e conveniente ma bisogna tener conto che per manovrare una di queste macchine è necessario essere abilitati.

Iniziamo infatti questa guida per carrelli elevatori precisando che per poter manovrare sia i carrelli elevatori che le attrezzature semoventi per la logistica la normativa prevede che tutti gli operatori siano in possesso di una apposita abilitazione. Nello specifico la normativa di riferimento è il D.lgs 81/2008 ed individua una serie di tipologie di macchine e attrezzature per cui è richiesta l’abilitazione; tra queste rientrano macchine movimento terra, trattori, piattaforme aeree e, appunto, carrelli elevatori.

Normalmente conosciuta anche come “patentino”, questa abilitazione mira a formare gli operatori all’utilizzo in sicurezza di queste macchine.

Dobbiamo considerare infatti che frequentemente l’utilizzo dei carrelli elevatori può essere piuttosto pericoloso in quanto vengono impiegati per trasportare e sollevare carichi molto pesanti e corrono il rischio di ribaltamento o collisione, arrecando danni sia al carico ma anche, e soprattutto, agli operatori e alle persone che lavorano intorno.

Per questo motivo tutti gli operatori che intendono manovrare un carrello, o un’altra macchina per la logistica, devono essere in possesso dell’abilitazione, sia che siano essi datori di lavoro che dipendenti o lavoratori autonomi.

Come si ottiene il patentino per manovrare i carrelli elevatori?

Per poter ottenere il patentino per manovrare i carrelli elevatori è necessario frequentare un corso di formazione che può avere una durata minima di 12 ore fino ad una durata massima di 20 ore, a seconda della tipologia di macchine per cui si vuole essere abilitati.

Il corso si articola in due parti: una teorica ed una pratica.

La prima è suddivisa in un modulo giuridico normativo della durata di un’ora in cui vengono trattati temi come igiene e sicurezza sul lavoro ed un modulo tecnico di 7 ore basato su nozioni tecniche, attività di ricarica delle batterie, controlli e operazioni di manutenzione da effettuare sui carrelli.

La parte pratica invece prevede l’esecuzione dei controlli, già affrontati nel modulo tecnico, prima dell’utilizzo del carrello e nel momento di messa a riposo dello stesso, oltre ad effettuare le manovre di guida, di carico e scarico del carrello elevatore.

Al termine del corso ogni aspirante carrellista deve superare prima un test teorico e successivamente una prova pratica per ottenere l’abilitazione.

La validità del patentino è di 5 anni e al termine di questo periodo l’operatore dovrà prendere parte ad un corso di aggiornamento della durata di 4 ore.

Chi organizza i corsi per conseguire l’abilitazione?

La stessa fonte normativa citata in precedenza individua anche i soggetti abilitati ad erogare la formazione necessaria ad ottenere l’abilitazione da carrellista. Tra questi rientrano anche le aziende di noleggio purché siano accreditate come previsto dal decreto stesso.

Sono molti infatti i noleggiatori accreditati che sono dotati di centri di formazione volti a far ottenere il patentino ai propri clienti. La possibilità di formazione è infatti un importante servizio che l’azienda di noleggio mette a disposizione della propria clientela. In questo modo il cliente potrà rivolgersi ad un solo interlocutore sia per noleggiare un carrello elevatore sia per ottenere l’abilitazione per manovrarlo in completa sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati