Carta identità elettronica dà accesso da casa ai servizi della Pubblica Amministrazione

Dal 6 aprile 2020. Tra i disponibili quelli dell’Inps e i sanitari di Regioni e comuni
Redazione - 7 Aprile 2020

Dal 6 aprile 2020 tutti i cittadini italiani che hanno la carta d’identità elettronica 3.0 potranno accedere direttamente da casa ai servizi della pubblica amministrazione. Tra i servizi a disposizione quelli previdenziali dell’Inps, quelli sanitari e anagrafici di Regioni e Comuni. A darne notizia è il Poligrafico e Zecca dello Stato spiegando che sempre oggi è stata data l’autorizzazione insieme al ministero dell’Interno alla nuova modalità di identificazione.

«Per utilizzare il servizio sarà necessario scaricare l’app Cie Id, già disponibile per Android, a breve anche per iOS. «In questo momento di emergenza — spiegano Poligrafico e ministero dell’Interno — vogliamo semplificare il rapporto dei cittadini con la pubblica amministrazione, facilitando le pratiche di quotidiano interesse».

Accesso attraverso lo smartphone – «L’utente – si legge nella nota del Poligrafico – potrà identificarsi tramite “Entra con CIE”, senza dovere più utilizzare un dispositivo di lettura contactless collegato al computer, ma comodamente attraverso il proprio smartphone con l’applicazione CIE ID».

Fresco Market
Fresco Market

«Il servizio – si legge nella nota –  è già disponibile per il sistema operativo Android e a breve sarà esteso anche ai sistemi iOS. In questo momento di emergenza nazionale legata al Covid-19 e alla necessità per tutti di rimanere a casa per evitare la diffusione del contagio, il Ministero dell’Interno e il Poligrafico e Zecca dello Stato vogliono facilitare il rapporto del cittadino con la pubblica amministrazione, semplificandone le pratiche di quotidiano interesse attraverso il meccanismo dell’identità digitale.»

«La Carta d’Identità Elettronica realizzata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato – puntualizza la nota – rappresenta ad oggi un’eccellenza in Europa, unendo interconnessione e sicurezza dei dati personali attraverso l’uso di tecnologie all’avanguardia.»


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti