Casa degli orrori, frusta moglie e figli: avvocato finisce a processo

L'uomo è stato allontanato da casa, e per lui è scattato il divieto di avvicinamento alla famiglia per maltrattamenti

Una persona violenta e poco ragguardevole: questo il mix micidiale di un 67enne romano, che ha maltrattato per anni la moglie e i tre figli gemelli, arrivando anche a frustarli. Toni accesi e violenti, scaturiti per discussioni domestiche che spesso degeneravano fino alle botte. È questo il quadro che i figli dell’uomo hanno raccontato ai giudici in aula di Tribunale, dopo anni di violenza e solitudine da cui hanno tentato di scappare.

È la sera del 25 novembre 2022 quando Sara (nome di fantasia) decide che la situazione in casa sua è arrivata al limite. Da tempo lei e i suoi fratelli gemelli sono testimoni delle sfuriate incontrollabili del padre. Quella sera l’ennesimo episodio, dovuto a una discussione per motivi economici. L’uomo si accanisce così prima contro la moglie, ricoprendola di ingiurie, poi contro uno dei figli che prova a difenderla. Anche la sorella tenta di prendere le loro parti, ma viene riempita di schiaffi, pugni in testa e al volto, tanto da chiudersi in bagno per proteggersi.

Quella sera Sara prende le chiavi della macchina e fugge da casa per cercare aiuto, mentre il genitore la rincorre insultandola e prendendo a calci il veicolo in modo. Lei e il fratello, Riccardo, racconteranno al commissariato di Villa Glori che il 67enne avrebbe provato anche a picchiarli con la cinta dei pantaloni.

Una storia che l’uomo, padre di famiglia, ha negato fino allo stremo, sostenendo di “essere una persona per bene”. I giudici, però, tuttora non sono convinti dalla sua ricostruzione. È uno dei figli, ancora, a suggerire che potrebbe esserci molto di più dietro le aggressioni del 67enne: “Pensiamo sia instabile mentalmente e che sia stato truffato da alcune persone” – ha spiegato in aula, come riportato da Il Messaggero – “Quando ha cominciato ad avere problemi finanziari se l’è presa con noi, gli consigliammo di andare da uno specialista, ma non ha mai voluto”. L’uomo, dopo il 25 novembre 2022, è stato allontanato da casa e per lui è scattato il divieto di avvicinamento alla famiglia per maltrattamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati