Controlli dei carabinieri ai Castelli Romani, 4 denunce

Identificate circa 250 persone e controllate 150 veicoli

I Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo hanno effettuato nelle ultime ore un servizio straordinario di controllo del territorio volto alla prevenzione dei reati contro il patrimonio e gli stupefacenti, ed anche finalizzati alla sicurezza stradale.

Nel comune di Ciampino i Carabinieri hanno effettuato numerosi controlli alla circolazione stradale che hanno permesso di identificate circa 250 persone e controllare 150 veicoli.

Ad alcuni automobilisti indisciplinati, i militari hanno proceduto ad elevate nei loro confronti contravvenzioni al codice della strada per un importo complessivo di circa 1500 euro e in alcuni casi, 5 per la precisione, anche al ritiro delle patenti di guida.

immagine di repertorio

Le violazioni contestate hanno riguardato il sorpasso di auto incolonnate ad intersezione semaforica, guida senza patente e la mancata revisione. Alcuni utenti della strada sono stati sottoposti anche ad accertamenti alcolemici mediante l’uso di etilometro, e di questi, 2 sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche o stupefacenti.

I militari hanno inoltre eseguito perquisizioni personali d’iniziativa, che hanno consentito di segnalare alla Prefettura di Roma ben 10 cittadini, trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti, per lo più hashish e cocaina, quali assuntori.

I Carabinieri della Tenenza di Ciampino hanno inoltre proceduto al controllo di un cittadino italiano, in atto sottoposto agli arresti domiciliari, ed accertato che si era allontanato arbitrariamente dal proprio domicilio. Dopo essere stato rintracciato è stato arrestato per evasione.

Nel corso del citato servizio i Carabinieri della Stazione di Albano Laziale hanno denunciato un cittadino italiano per detenzione ai fini di spaccio di 4 dosi di cocaina, mentre i Carabinieri della Stazione di Marino hanno denunciato una donna, 43enne, per il reato di detenzione abusiva di munizionamento per armi comuni da sparo.

Gli stessi sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Velletri.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati