Municipi: , | Quartiere:

“Cravattari” cinesi in azione: “Se non paghi il locale salta in aria”, arrestati

In gruppo si sono presentati in un locale minacciando la titolare che se non avesse pagato per lei sarebbero stati guai

Un gruppo di tre individui di nazionalità cinese ha cercato di estorcere denaro da un locale su via Tuscolana, minacciando la titolare con la richiesta di 9000 euro. Si sono prima presentati in un locale cinese, di quelli che servono bubble tea, successivamente hanno parlato con la titolare facendole i complimenti per la struttura e poi, il giorno dopo, sono tornati.

Volevano soldi, altrimenti avrebbero fatto di tutto per cancellare quell’esercizio. Una estorsione vera e proprio che avevano messo in atto tre cittadini cinesi di 40, 41 e 45 anni.

La banda si è messa all’opera a Pasque e Lunedì 1 Aprile, il giorno di pasquetta, la proprietaria del locale, anche lei una cittadina cinese, nonostante la paura, ha subito contattato i carabinieri della vicina stazione di Cinecittà. La vittima ha raccontato che nella giornata di Domenica un connazionale, dopo alcuni convenevoli le aveva fatto intendere che pretendeva dei soldi aggiungendo che sarebbe passato il giorno seguente a ritirarli.

E così è stato. Quell’uomo, insieme ad altri due cittadini cinesi, nella mattinata di Lunedì ha chiesto 9.000 euro con esplicite minacce se non avesse ottemperato a quella richiesta. Al rifiuto della donna, i tre si sono poi allontanati dicendo che sarebbero ripassati nel pomeriggio. A quel punto la titolare del locale sulla Tuscolana è andata dai carabinieri per denunciare il tutto.

I militari del nucleo operativo della compagnia Casilina si sono appostati fuori dal locale e quando i tre cinesi sono nuovamente arrivati e hanno proseguito con il loro tono minaccioso chiedendo di avere i 9mila euro richiesti, sono intervenuti e hanno arrestato i tre uomini cinesi. Due di loro sono stati portati nel carcere di Regina Coeli e uno è stato sottoposto agli arresti domiciliari, come disposto dal tribunale di Roma.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati