Domenico Coratella, Presidente dell’Università Popolare Michele Testa

Il discorso introduttivo nell'inaugurazione del nuovo anno accademico 2022-2023
Antonio Barcella - 1 Ottobre 2022

Con questo articolo riportiamo il discorso introduttivo del Presidente Domenico Coratella durante l’evento di inaugurazione del nuovo anno accademico 2022-2023 dell’UPMT (Università Popolare Michele Testa).

«In questo mese di settembre l’Associazione UPMT ha già organizzato due Eventi e questo è il terzo: L’inaugurazione dell’anno accademico 2022/2023. Il primo è stato il 7 settembre “MICHELE TESTA: LA VITA, LE PASSIONI, LA CERVELLETTA”.
Un’occasione per discutere e conoscere di più quest’uomo, da cui la nostra Associazione prende il nome, impegnandoci a visitare fisicamente i luoghi della sua vita, dove ha vissuto e dove ha subito, dal regime fascista, il suo confino.
E’ stata anche la grande occasione per festeggiare il nostro fondatore Nicola Marcucci, cui tutti noi dobbiamo gratitudine e verso il quale nutriamo, oltre a un profondo rispetto, anche una mal celata ma bonaria invidia (almeno da parte mia), relativa a una sovrumana capacità di elaborazione e produzione di idee e proposte, per le quali sarebbero necessarie strutture ministeriali per renderle fattuali.
Nicola perdonaci, facciamo quello che possiamo, con le poche forze di cui disponiamo.

Il secondo appuntamento è stato di pochi giorni fa: il 24 settembre con l’Evento “DA PIERO A PIER PAOLO”.
Evento che, come sapete (se non altro per averlo letto sulla locandina) è stato realizzato sotto l’egida della nostra Associazione e con la collaborazione di altre 6. La sua preparazione è iniziata a luglio di quest’anno. Il Regista Alessandro Perrella e la Sogester sono stati elementi essenziali alla sua riuscita.
L’annuncio dell’Evento è avvenuto, oltre che sulle testate più vicine al nostro quartiere: VIVERE A COLLI ANIENE (www.collianiene.org ) e ABITARE A, anche su 16 testate digitali tra cui IL MESSAGGERO di varie città e nel Sito istituzionale del Comune di Roma.
È stato un grande successo, andato oltre le nostre aspettative, nonostante alcuni imprevisti cui si è dovuto far fronte, non ultimo lo spostamento del luogo dell’evento cui si è dovuto sopperire negli ultimi 15/20 giorni, con tutto quello che ha comportato.
E’ stata la prima volta che si è organizzato, nel nostro quartiere, un evento di portata nazionale, successiva, in ordine di tempo alla “prima” realizzata ad Arezzo nel mese di Giugno.

Da destra, Nicola Marcucci, Rossella Calzetta e Domenico Coratella

La partecipazione e l’interesse suscitati sono stati tali da indurre le Autorità municipali a invitarci a ripeterlo, nel mese di Ottobre, presso la Villa Farinacci.
Dopo questo bis la mostra e il docufilm, con il logo della nostra Associazione, diventeranno itineranti per l’Italia.
Abbiamo imparato molto da questa nostra prima esperienza che ci servirà a perfezionare meglio le prossime, soprattutto se sapremo irrobustire, al più presto, l’organico di quelli che mettono il loro tempo libero a disposizione per l’Associazione.

Quindi questo è il terzo evento e voglio prendere spunto proprio dall’ultima cosa che dicevo per illustrare, in panoramica generale, gli obiettivi dell’Associazione per il nuovo anno accademico.
Anzi tutto è improrogabile un rafforzamento della struttura organizzativa.
Il Consiglio Direttivo, che è costituito da sette persone più la Rettrice e il Prorettore, deve essere pienamente efficiente. Al di là degli impegni di ciascuno di noi, che possono essere, e lo sono, giustificabilissimi e a volte anche improrogabili, non possiamo continuare con una “forza lavoro” ridotta.
Ognuno di noi ha i suoi impegni, la sua famiglia, i suoi hobbies, la passione politica, gli studi… ma c’è l’Associazione.
Anche questa ha bisogno, per farla vivere e prosperare, del nostro impegno e di tutto quello che possiamo dare.

Altra novità di quest’anno sarà la possibilità, attraverso GOOGLE MEET, di registrare i corsi che produciamo, sia online sia in presenza e la loro “diretta” su YOU TUBE. Il costo di questa grande apertura che la digitalizzazione ci permette è di 10 euro al mese.

A proposito di digitalizzazione voglio invitare tutti i soci a pubblicizzare la nostra pagina Associazione UPMT su FACEBOOK e ISTAGRAM.
Facciamolo noi, facciamolo adesso, passiamo parola a chi conosciamo, mettiamo il “mi piace”, così si resta aggiornati sulle attività dell’Università e si divulga e si pubblicizza la nostra Associazione.
A fianco a questo, e non è secondario, ricordo a tutti i soci che ancora devono fare il 730 o il 740 che inserendo il CODICE FISCALE della nostra associazione, ci possiamo attingere al 5 per mille che lo Stato mette a disposizione.

Adotta Abitare A

Affrontiamo con un po’ più di serenità l’impegno della digitalizzazione e dell’aggiornamento del nostro sito grazie a un angelo salvatore che sta dando anima e corpo per rendere la nostra immagine attraente e invitante, oltre che aggiornata alle 24/48 ore.
Parlo di Massimo Del Bianco che da poco è entrato nella nostra famiglia e che è un esperto di computer e cellulari.
Massimo sta aggiornando il sito e con la collaborazione di Maddalena Smaldore e Giorgio Chiantini tengono aggiornate le nostre pagine FACEBOOK e ISTAGRAM.

Quest’anno accademico sarà caratterizzato da molteplici corsi che si terranno sia in presenza, qui alla Sala Falconi, sia online di cui la Rettrice parlerà e, per la prima volta, sollecitati dalla grande richiesta dei Soci faremo anche gite turistiche, che vedono tra i primi obiettivi, i luoghi della vita di Michele Testa.

L’Associazione cresce e con lei il suo prestigio. Nel nostro quartiere è discretamente riconosciuta e sempre di più lo sarà anche grazie alla diffusione del Bando per i giovani “IL MONDO VISTO DA NOI”.
Il Bando, il primo di questa organizzazione ha scontato proprio la nostra inesperienza nella sua definizione e diffusione.
Ora, con un sito in ordine, con le idee più chiare e con una migliore distribuzione dei compiti di divulgazione, crediamo di poter ripartire alla grande e fare di questo primo bando, non solo uno strumento di conoscenza sociologica ma anche l’opportunità per diffondere la conoscenza della nostra organizzazione.
Non vedo l’ora di poter portare il Bando alle autorità del IV Municipio per sollecitarne la divulgazione su tutti gli strumenti a loro disposizione.

Inizia il terzo anno accademico della Università Popolare Michele Testa.
Buon lavoro a tutti noi.»


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti