Municipi: , | Quartiere:

Droga proveniente dalla Spagna, sequestrata a Civitavecchia: Due Arresti

Il valore degli stupefacenti intercettati, se immessa sul mercato illegale, avrebbe superato i 3 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Roma, insieme all’Agenzia delle Dogane e Monopoli di Civitavecchia, ha arrestato due persone – un portoghese e un italiano – per traffico internazionale di stupefacenti, dopo aver intercettato due carichi di hashish e marijuana. Gli uomini, conducenti di due autoarticolati provenienti da Barcellona, stavano cercando di introdurre la droga in Italia.

L’operazione è stata condotta con l’aiuto di due cani antidroga, Ice e Jackpot, che hanno scoperto la droga nascosta tra i bancali di frutta e verdura durante i controlli di routine su automezzi provenienti dalla Spagna. Gli agenti hanno trovato numerose confezioni di marijuana e centinaia di panetti di hashish, per un totale di 340 chili di stupefacenti. Se questi carichi fossero arrivati alle piazze di spaccio, avrebbero potuto generare ricavi per oltre 3 milioni di euro.

L’intercettazione di questi carichi è un successo significativo nella lotta al traffico di droga, grazie al coordinamento tra le autorità italiane e all’efficace utilizzo delle risorse, come i cani antidroga, per contrastare le attività illegali legate allo spaccio di stupefacenti.

Il carico di frutta e verdura fresca, utilizzato per coprire il traffico di droga, è stato donato a diverse associazioni di volontariato locali su indicazione della Procura della Repubblica. Queste associazioni distribuiranno i prodotti alimentari alle persone bisognose della zona. Questa iniziativa di beneficenza mostra un’attenzione al benessere della comunità, utilizzando in modo positivo beni che erano parte di un’operazione illecita.

Nel frattempo, il processo penale è ancora nella fase delle indagini preliminari, e i due sospettati godono della presunzione di non colpevolezza fino a prova contraria. La loro situazione legale è in sospeso, con ulteriori sviluppi che verranno decisi dal sistema giudiziario italiano.

Le operazioni che hanno portato all’arresto dei due conducenti e alla confisca della droga sono parte di uno sforzo più ampio per combattere il traffico illecito nei porti e negli aeroporti di Roma. Queste azioni sono rese possibili dalla collaborazione efficace tra la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, recentemente rafforzata da un Protocollo d’Intesa.

Questo accordo stabilisce una base per il lavoro congiunto delle due istituzioni, permettendo loro di affrontare in modo più efficiente le attività illegali nei punti di ingresso chiave della capitale.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati