Formule mortali di François Morlupi al Museo Nena

Lo scrittore di noir torna nel suo quartiere in via E. D’Onofrio 35, mercoledì 26 aprile 2023 ore 18.30 con il suo nuovo libro

Lo scrittore collianiense di noir François Morlupi torna all’Associazione Nuovo Fidia-Museo Nena mercoledì 26 aprile 2023 ore 18.30 per presentare il suo nuovo libro dal titolo Formule mortali. Il libro pubblicato per la prima volta nel 2018, ha dominato per mesi le classifiche degli ebook e torna finalmente in libreria in una nuova edizione ampiamente riveduta.

L’Associazione Nuovo Fidia – Museo Nena è in via E. D’Onofrio 35 – 00155 Roma L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti. È perciò preferibile prenotare c/o  luigimatteo@yahoo.it

Il giovane scrittore renderà così omaggio al massimo polo culturale di Colli Aniene e riceverà da questo il grande riconoscimento di una serata tra le opere del Maestro scultore Alfiero Nena reso ancora più prezioso da un magnifico intermezzo sinfonico quale La Patetica di L. van Beethoven, sempre “tragicamente bellissima”, nell’esecuzione del pianista Emanuel Bodnarescu.

Moderatrice la prof.ssa Sara Matteo

Sarà presente l’autore che dal 4 aprile scorso, a venti giorni dalla pubblicazione, ha già scalato tutte le classifiche delle vendite e si è posto tra i primi scrittori italiani (Corriere della Sera – La lettura). Un vero exploit editoriale. E questa cosa ci inorgoglisce perché François Morlupi è vissuto a Colli Aniene dividendo infanzia, adolescenza e giovinezza tra il nostro quartiere e la Francia. Non a caso lo scorso anno ha presentato nello stesso museo Nena il libro “Nel nero degli abissi” con cui ha vinto per la seconda volta il premio Scerbanenco, con a fianco Vincenzo Luciani direttore del giornale Abitare a Roma.it in veste di moderatore, presente il giornalista suo collaboratore che tre anni fa, con un’intervista, lo ha fatto conoscere in anteprima nazionale.

Il libro

La trama dell’avvincente noir “Formule mortali” si svolge in ambiente romano. In una torrida estate romana, un anziano cammina nel parco di villa Sciarra, nell’elegante quartiere di Monteverde. Un odore tremendo attira la sua attenzione. Vicino a una macchia di cespugli scopre, con terrore, una mano mozzata. Poco più in là, gli arti amputati di un uomo sono disposti sul terreno a disegnare una celebre formula fisica. Il brutale omicidio turba la quiete del quartiere, ma soprattutto sconvolge l’instabile equilibrio del commissario Ansaldi, che con il trasferimento nella capitale sperava di aver trovato una tregua agli orrori cui ha assistito nella sua lunga carriera in polizia. Meticoloso e sensibile, la sua grande umanità lo porta a essere preda perfetta dell’ansia e degli attacchi di panico. Ciononostante rimane un professionista integerrimo che davanti al dovere non si tira mai indietro: costi quel che costi, troverà l’assassino. Ma prima dovrà capire come creare uno spirito comune con gli agenti della sua squadra investigativa, non meno unici e fragili di lui. Insieme, diventeranno i Cinque di Monteverde. Con il suo stile inconfondibile, che alterna il buon umore alla malinconia, Morlupi getta uno sguardo sugli abissi non solo di una mente criminale, ma della nostra intera società, che nasconde in bella vista i suoi istinti più feroci.

L’autore

François Morlupi (Roma, 1983, vissuto a Colli Aniene), italo-francese, lavora in ambito informatico in una scuola francese di Roma. Con Salani ha pubblicato Come delfini tra pescecani (2021) e Nel nero degli abissi (2022), vincendo con entrambi il Premio Scerbanenco aggiudicato dai lettori, oltre a numerosi altri riconoscimenti. Formule mortali è stato pubblicato per la prima volta nel 2018, ha dominato per mesi le classifiche degli ebook e torna finalmente in libreria in una nuova edizione ampiamente riveduta.

Cosa dice di lui la stampa

«Morlupi firma un noir di intrattenimento atipico e brillante, creando una squadra di investigatori tanto imperfetti e simpatici quanto fedeli alla passione per la verità»; Corriere della Sera.

«Con una scrittura nitida, Morlupi ci conduce in giro per Roma su di un allegro torpedone e ce la racconta nei suoi dettagli più intimi e segreti»; La Stampa.

«È l’umorismo, ben mescolato a una giusta dose di tensione e a cinque personaggi indimenticabili, a rendere fresco e piacevole il giallo di Morlupi»; La Repubblica.

«Se cercate un buon giallo, eccolo»; Il Messaggero

Il celebre scrittore Maurizio de Giovanni gli ha dedicato queste parole: «Vertiginoso. Duro. Divertente. Dolce. Disperato, e pieno di speranza. Tutto quello che dev’essere un romanzo nero, tutto quello che deve avere una storia di strada, è qui dentro. E in più, i Cinque di Monteverde: una squadra che non sa di esserlo, un’accozzaglia lesionata che diventa famiglia all’improvviso. Attorno ad Ansaldi, che lasciamo andare solo con la promessa di tornare prima possibile».

Libreria

Come per scorse edizioni la libreria di riferimento della Salani: Libreria “Il Mattone” di Alessio Zambardi, Via Bresadola 36 (Centocelle) Tel. 06.25210252

Novità al museo: “Ciceroni al museo”

Gli studenti delle classi 3 e 4 D del Liceo Artistico Enzo Rossi, al termine della presentazione, faranno da ciceroni agli intervenuti che vorranno visitare il Museo Nena nell’ambito del progetto PCTO ex alternanza Scuola-Lavoro.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati