Il Municipio VIII ricorda Settimia Spizzichino

Venerdì 26 Gennaio 2024, alle 9, sarà deposta una corona in ricordo della Donna

Venerdì 26 Gennaio 2024, alle 9, il Municipio VIII ricorda Settimia Spizzichino, superstite della Shoah, unica donna sopravvissuta al rastrellamento del Ghetto di Roma.

A deporre una corona sul ponte a lei intitolato sarà il presidente del Municipio Roma VIII, Amedeo Ciaccheri, accompagnato dall’assessore alla Cultura di Roma Capitale, Miguel Gotor, dagli assessori e assessore della Giunta municipale, e dai consiglieri e consigliere del Municipio Roma VIII.

Settimia Spizzichinocommenta Amedeo Ciaccheriè stata instancabile testimone della memoria che ha narrato la sua storia a migliaia di studenti di tutta Italia, accompagnandoli ad Auschwitz, ripercorrendo ogni volta quel viale, rientrando in quella baracca, varcando quella soglia. Così facendo ci ha tramandato l’importanza dell’impegno nel costruire un nesso tra passato e presente, una connessione basata sul valore universale della testimonianza, chiamandoci a fare della memoria attiva un elemento significativo anche all’interno del tessuto urbano: è così che dalle pietre di inciampo all’apposizione di targhe vogliamo creare un cortocircuito visivo che dia un messaggio di pace e che celebri il valore della vita e tuteli il diritto per tutte e per tutti ad un’esistenza degna e libera“.

Ne deriva tutto il nostro impegno – spiega l’assessora municipale alla Cultura, Maya Vetri – nel lasciare alle future generazioni, testimoni dei testimoni, i dispositivi narrativi per opporsi a dinamiche razziste e xenofobe, alla sclerotizzazione della memoria, ad un uso violento del linguaggio nonché alla distorsione dei fatti e delle vicende storiche. Il nostro ‘mai più’ è adesso, e viaggia sui binari della conoscenza di ciò che è stato, della formazione, della dimensione pubblica delle tante storie con la ‘s’ minuscola come patrimonio inestimabile da mettere in mano alle future generazioni“.

Catering a Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati