Municipi: | Quartiere:

Incontro sulla sicurezza a Er Gazebo a Colli Aniene

Si sono riuniti il 30 marzo 2023 una settantina di cittadini delle ex Cooperative Auspicio

Una settantina di cittadini delle ex Cooperative Auspicio, convocati dal Consigliere municipale Ruggero Piccolo in veste di comune cittadino, si sono riuniti il 30 marzo 2023 presso Er Gazebo in Largo Ezio Vanoni 8.

Lo scopo, escogitare possibili e validi rimedi per arginare le allarmanti azioni delinquenziali che negli ultimi tempi hanno bersagliato Colli Aniene e in particolare la maggior parte dei partecipanti. In un’atmosfera piena di tensione, sono stati rappresentati numerosi episodi, tutti di una certa gravità, che hanno delineato una delinquenza salita di qualità e tono, capace di utilizzare anche appigli minimi, gli stessi arredi urbani per arrivare agli appartamenti, capace di scardinare e svellere inferriate e infissi, infine estremamente disinvolta e gratuitamente violenta disposta all’occorrenza a far uso di pistole e coltelli.

Quello che ci viene confidato è estremamente allarmante: sono sempre di meno quelli disposti a denunciare i fatti alle Forze di polizia, per la crescente la sfiducia nelle istituzioni anche a causa delle misure di repressione rese sempre più inadeguate.

Presenti Paolo Santucci presidente del Cdq Colli Aniene e Vincenzo Barsanti Amministratore del Parco Aurora ’82 e diversi amministratori di condominio.

Il Consigliere Piccolo ha elencato l’aumento intollerabile di furti, scippi, furti, rapine, nelle strade ma soprattutto negli appartamenti con percosse e atti di grave violenza contro i malcapitati – anche molto anziani – che, per loro sfortuna. si sono trovati in casa sia di notte ma anche di giorno.

Le soluzioni al vaglio sono state le solite: impianti antifurto, maggiore illuminazione in particolare nelle aree verdi attualmente buie, impianti di allarme negli appartamenti. Per finire, quello che tutti si aspettavano, l’urgente pressione per sollecitare un posto di polizia nel quartiere e, nell’attesa, il ricorso a un eventuale oneroso servizio di guardiania armata privata.

Il Presidente del Cdq Santucci parla di una forte intesa con il Commissariato di San Basilio e il nuovo Primo Dirigente dottoressa Ambroselli che, da poco in carica, pur con limitate risorse, già intensifica i passaggi delle pattuglie nel quartiere; di più annuncia due incontri, il primo il giorno 15 aprile presso il teatro della parrocchia e il secondo il 22 aprile durante l’annuale Festa della Primavera in Viale Ettore Franceschini.

Santucci continua annunciando – a cura del Cdq – di una raccolta di firme da inviare al Ministro degli Interni, al Prefetto di Roma ed al Questore per richiedere un Commissariato nel quartiere e perché la richiesta possa essere accettata e analizzata, di firme, almeno 15mila. Nel frattempo raccomanda di installare telecamere negli androni dei palazzi ed aumentare numero e potenza dei punti di illuminazione.

Vincenzo Barsanti, Amministratore del parco Aurora ’82, da tempo ha sostituito tutte le vecchie lampade che illuminavano il parco e le passerelle con nuove lampade LED ad alta efficienza, riducendo zone di oscurità. Anche vari cespugli in prossimità dei palazzi, sono stati sfoltiti e sotto i fabbricati vari fari a LED illuminano le aree circostanti.

Ultima raccomandazione, quella che riteniamo più imprescindibile, è che ad ogni evento delittuoso corrisponda una denuncia; solo così le istituzioni possono aver coscienza dell’esatta situazione e stanzino maggiori risorse alle Forze dell’ordine.

A nostro parere però ancora nessuno ha maturato l’idea che, al di là dei mezzi già utilizzati in passato e dai relativi non sempre felici risultati, sia giunta l’ora di cominciare a scomodare i piani più alti, quelli cioè della politica nazionale. Ma per questi, a poco servono 15mila firme.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati