Categorie: Cultura
Municipi: | Quartiere:

Iniziata la realizzazione di “Triumphs e Laments”, l’opera di William Kentridge lungo i muraglioni del Tevere

Da Ponte Sisto a Ponte Mazzini saranno realizzate più di 80 figure alte oltre 10 metri con la tecnica dell'idropulitura della patina biologica accumulata sul travertino

Sono iniziati questa mattina, 9 marzo 2016, i lavori di “Triumphs e Laments”, la grande opera site-specific dell’illustre artista sudafricano William Kentridge, ideata e creata per la città di Roma e realizzata, a “Piazza Tevere”, ovvero il tratto fluviale compreso fra Ponte Sisto e Ponte Mazzini. Lo hanno annunciato il Municipio Roma 1 e l’Associazione Tevereterno Onlus

Il progetto, sottoposto dal direttore artistico Kristin Jones a William Kentridge oltre dieci anni orsono e sviluppato dall’artista attraverso una serie di workshop negli ultimi 4 anni, verrà  inaugurato con uno straordinario evento musicale e teatrale gratuito, concepito in collaborazione con il musicista e compositore Philip Miller e rappresentato per quattro volte nel corso dei due giorni di inaugurazione, il 21 (Natale di Roma) e il 22 aprile 2016.

La tecnica realizzativa dell’opera di Kentridge è straordinariamente innovativa, basandosi sulla idropulitura della patina biologica accumulatasi sui muraglioni di travertino che cingono il Tevere. Il soggetto dell’opera esplora le grandi tensioni che hanno animato la storia sociale della Città Eterna dalle origini ad oggi, attraverso la raffigurazione di più di ottanta figure, alte fino a 10 metri.

Tevereterno propone un programma di eventi artistici temporanei site-specific gratuiti per restituire questo luogo pubblico straordinario alla città. Tutti i progetti realizzati sono temporanei ed effimeri e non modificano in modo permanente lo stato esistente del luogo. Così anche “Triumphs and Laments” incarna in pieno questo desiderio: dare all’opera il valore di un’installazione volutamente temporanea destinata a scomparire.

Triumphs-LamentsConferenzaAlla conferenza stampa odierna sono intervenuti la Presidente Sabrina Alfonsi, L’Assessore alla Cultura della Regione Lazio Lidia Ravera, Luca Zevi e Valeria Sassanelli per l’Associazione TeverEterno, il Presidente di Ama Fortini, Il Dott. Claudio Crescentini in rappresentanza della Sovrintendenza Capitolina.

La Presidente del Municipio Roma I Centro Sabrina Alfonsi, , ha dichiarato: “Finalmente siamo giunti alla fase esecutiva di questo grande intervento di arte contemporanea nel cuore della città, promosso dall’Associazione TeverEterno in collaborazione con le Gallerie d’Arte  Lia Rumma e Marion Goodman.  Un percorso che nasce anni fa e che ha dovuto superare la diffidenza iniziale delle istituzioni, fino ad ottenere prima della scorsa estate le necessarie autorizzazioni  della Soprintendenza e della Regione Lazio. Nell’anno in cui si celebra il Giubileo della Misericordia, un grande omaggio da parte di un famoso artista contemporaneo, William Kentridge, alla cultura e alla storia della nostra città,  reso possibile grazie al sostegno finanziario di privati, associazioni e aziende. Il progetto di Tevereterno  rappresenta una straordinaria idea,  che vuole portare l’arte a disposizione di tutti, in un luogo pubblico, fuori dai luoghi nei quali tradizionalmente l’arte viene fruita. L’opera in cui ci si imbatte anche non sapendo che c’è, contribuire a valorizzare un tratto del fiume – patrimonio “dimenticato” della nostra città – sottraendolo al degrado e restituendogli  centralità e vivibilità, sugellando la sua vocazione ad ospitare eventi  per i prossimi anni così come è stato per il recente passato. Opere come queste hanno sempre avuto una grande difficoltà ad essere realizzate a Roma, ed anche in questo caso il percorso non è stato privo di ostacoli. Per questo, desidero ringraziare per la sensibilità dimostrata coloro che nelle Sovrintendenze e nel Mibact hanno reso possibile la realizzazione di una iniziativa di tale portata.”

Il Presidente di Ama Daniele Fortini ha aggiunto: “L’azienda che rappresento ha il compito precipuo di servire Roma. Vogliamo servire la Città Eterna erogando i servizi che ci competono in maniera sempre più efficiente, ma anche supportando le migliori iniziative promosse da istituzioni e cittadini per la salvaguardia e la valorizzazione del contesto urbano. Per questo, con le nostre squadre aziendali, daremo tutto il supporto operativo necessario alla pulizia e al decoro delle banchine del Tevere, tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini, lungo le quali romani e turisti potranno ammirare l’opera artistica di Kentridge e partecipare agli eventi culturali proposti dal I Municipio e dalla onlus Tevereterno,”


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati