La festa della Liberazione al Trullo

L'ANPI Trullo-Magliana organizza una serie di celebrazioni che si terranno in luoghi simbolci del quartiere
Redazione - 21 Aprile 2021

Domenica 25 aprile sarà il 76° anniversario della Liberazione d’Italia dall’occupazione nazi-fascista e della vittoriosa lotta di resistenza delle forze partigiane.

L’ANPI Trullo-Magliana organizza una serie di celebrazioni che si terranno in luoghi simbolci del quartiere.

Le iniziative avranno inizio alle ore 10,30 presso il monumento a Giuseppe Testa sito nella ex caserma del Genio Militare in via del Trullo 506 per ricordare la figura di “Peppino” e di tutti i Partigiani che hanno combattuto per la Liberazione dell’Italia dalla dittatura fascista e dall’ocupazione nazista. (Monumento di cui alcuni mesi fa abbiamo chiesto alle varie istituzioni coinvolte lo spostamento presso altro luogo del Trullo accessibile alla cittadinanza oltre ad aver fatto richiesta per l’intitolazione di un luogo, sempre al Trullo, alla medaglia d’oro Giuseppe Testa).

Alle ore 11.00 ci si sposterà presso il monumento ai caduti del Trullo in via del Trullo 361 dove ricorderemo i militari ed i civili che si sono opposti alla barbarie nazifascista e agli orrori della guerra.

Ad entrambi gli appuntamenti interverranno oltre agli esponenti dell’ANPI, i rappresentanti Istituzionali e saranno riportate alcune “testimonianze”.

SI terminerà la mattinata in piazza Cicetti, dove dalle ore 11.30 con le musiche della Stradabanda e le letture di alcuni brani, ricorderemo la figura di Caterina Cicetti, il ruolo delle donne nella Resistenza e la Costituzione.

L’ANPI Trullo-Magliana propone anche di festeggiare questo anniversario facendo “fiorire i quartieri di papaveri rossi”, scegliendo questo fiore a simbolo della lotta partigiana e di tutte le forme di resistenza.

L’invito alla cittadinanza è a preparare un papavero rosso, o di ritirarlo presso la sede ANPI, e di appenderlo il 25 aprile sui balconi, nelle piazze, nelle aeree gioco, davanti ai negozi, davanti alle scuole e ai tanti luoghi di “liberazione civile”: i consultori, i teatri e i centri culturali, le sedi dello sport, le biblioteche, le sedi delle associazioni. Un semplice gesto per festeggiare collettivamente il 25 Aprile, Festa della Liberazione.

Adotta Abitare A


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti