La Luna e Marte a piazza San Silvestro

Exploring Moon to Mars sarà visitabile gratuitamente dal 5 al 16 dicembre 2022
Enzo Luciani - 5 Dicembre 2022

Il 5 dicembre 2022 è stata inaugurata in piazza San Silvestro la mostra Exploring Moon to Mars, a cura di Viviana Panaccia, e sarà visitabile gratuitamente fino al 16 dicembre 2022, tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00, con ultimo ingresso alle ore 18.00.

E’ promossa dall’Agenzia Spaziale Italiana con il patrocinio di Roma Capitale, in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA), l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e il supporto di Leonardo e Thales Alenia Space Italia.

Una grande struttura geodetica ospiterà fino al 16 dicembre l’esposizione che narra la storia dell’esplorazione del pianeta Marte e la sua futura colonizzazione partendo dalla Luna, con una particolare attenzione all’importante contributo italiano a questa avventura.
Il percorso espositivo, attraverso testi rari, video e immagini di grande suggestione, ha inizio con i miti legati a questi corpi celesti, che hanno sempre ispirato l’immaginario collettivo dell’Uomo, passando per le prime osservazioni astronomiche di Galileo Galilei e Giovanni Schiaparelli e la grande produzione di musica e letteratura ispirate dalla fantascienza.

La parte più importante è dedicata alla conoscenza che abbiamo della Luna e di Marte: dati e immagini che la più avanzata tecnologia spaziale ha
permesso di acquisire, dalle storiche sonde Luna e Viking, Apollo, ai rover Curiosity e Perseverance e all’attuale programma Artemis.

La mostra evidenzia il rinnovato interesse nel terzo millennio per l’esplorazione spaziale umana, con uno sguardo ai principali programmi delle agenzie spaziali, quella italiana in particolare, e dell’imprenditoria privata, focalizzati sul ritorno sulla Luna e sul grande salto verso Marte e la sua colonizzazione.

All’inaugurazione presenti l’Assessore alla cultura del Comune di Roma, Miguel Gotor, e il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Giorgio Saccoccia.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti